Al 2% la disponibilità del contributo previsto per i beni strumentali con la Nuova Sabatini. Se lo stanziamento complessivo è di € 4.601.862.734, gli inclusi oneri di gestione, l’importo prenotato effettivo è di €4.502.420.994, con un importo ancora disponibile di € 99.441.740. L’ultima modifica è del 14 giugno 2024. È il caso di affrettarsi al fine di cogliere questa importante opportunità!

Al 2% la disponibilità del contributo previsto per i beni strumentali con la Nuova Sabatini, con un importo ancora disponibile di € 99.441.740, secondo il più recente aggiornamento del 14 giugno 2024. Lo comunica il Ministero delle Imprese e del Made in Italy.

Un importante contributo green per le imprese dei settori agricoli e della pesca e acqua coltura, con maggiorazione di contributo green se l’impresa è in possesso di certificazioni ambientali di prodotto così come ricomprese nell’allegato 6/C della Circolare 410823 del 6 dicembre 2022 modificata dalla nuova Circolare direttoriale 3 luglio 2023 n.28277.

L’agevolazione sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

La misura “Beni strumentali” (“Nuova Sabatini) messa a disposizione dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy persegue l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese.

Una interessante opportunità da cogliere in fretta.

Sarebbe davvero sensazionale se l’importo disponibile di € 99.441.740 confluisse in gran parte in Basilicata.

Non mancano, difatti, nel territorio rigoglioso le imprese nei settori agricoli, della pesca, dell’acqua coltura. Così vi è stata in particolar modo, negli ultimi anni, attenzione per le certificazioni ambientali. In tal senso si potrà puntare anche alla maggiorazione green.

Ma l’aspetto sul quale la Basilicata potrà davvero puntare è quello dell’innovazione, con l’obiettivo di diventare una regione all’avanguardia. Macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali potranno fare la differenza ed aumentare non soltanto la produzione ma la qualità di quanto verrà esportato anche fuori regione.

Non da meno i beni strumentali hardware, software e le tecnologie digitali consentiranno quel salto in avanti oltre l’arretratezza che è sempre in agguato in ogni attività che non punti sul continuo aggiornamento.

A riprova di come tecnologia e green possano non essere in contrasto ma andare a braccetto. In particolar modo le strutture hardware e software potranno essere a servizio dell’attuazione di tutte quelle misure green che consentiranno uno sviluppo sostenibile e proficuo, persino in termini di profitto.

Maria Chiara Di Carlo

0 Comments

Leave a reply

©2024 Associazione Promozione Sociale Lucanianet.it - Discesa San Gerardo 23/25 85100 Potenza CF 96037550769 info@lucanianet.it