Come operare pulizia e sanificazione tramite una diversificazione ed una evoluzione delle diverse competenze a fronte di una trasformazione continua delle condizioni ambientali e dei tratti strutturali del territorio?

Dal particolare all’universale, le risposte possono essere fornite dall’esempio concreto di ogni impresa che operi sul campo.

Pulizia e sanificazione
Frame tratto da https://www.facebook.com/vrservicesrl

Pulizia e sanificazione. Conferimento di rifiuti solidi urbani, trasporto e smaltimento. Obiettivi perseguiti a livello nazionale che si vuole rendere operativi nelle fasi successive alla Fase 1.

Le best practices perseguibili da ogni impresa lucana che voglia puntare su preparazione ed azione, contenimento dei costi e potenziamento degli strumenti. Le ha raccontate, in modalità webinar, l’amministratore unico di una piccola eccellenza lucana: Vr Service, che propone servizi ed insieme soluzioni.

Pulizia e sanificazione. E tra il conferimento di rifiuti solidi urbani e lo smaltimento dei rifiuti stessi si colloca necessariamente il trasporto. Importante attività cui si occupa VR Service, società giovanissima ma parecchio addentro al mondo dei rifiuti.

Nata come impresa di pulizia è difatti un forte esempio di come un’impresa possa operare una sostanziale evoluzione, in vista di una forte trasformazione delle esigenze dell’Ambiente, in particolare del territorio in cui si opera.

Il trasporto dei rifiuti sta cambiando in questo periodo storico, e ancora cambierà nel prossimo futuro.

“Diversificazione” può essere una parola chiave affinché non vi sia una dispersione delle competenze acquisite tramite una considerevole esperienza sul campo.

Ad esse possono essere affiancate le prestazioni necessarie complementari, in modo da poter offrire un pacchetto completo di servizi integrati.

Questo il progetto ambizioso di una piccola realtà lucana che ha iniziato anche a certificarsi, presso l’Albo Gestori, per le prime autorizzazioni.

Da qui il passaggio all’intermediazione di rifiuti, con l’arrivo di proposte, anche fuori Regione, circa spazi per il conferimento dei rifiuti solidi urbani.

I costi sono aumentati a dismisura: nella gara che è stata indetta dall’ACTA è prevista una quotazione di 200 euro a tonnellate, compresa di trasporto. Al punto da rischiare nuovamente, per la terza volta, di non avere nessun partecipante. Non si può continuare a chiedere ai cittadini di fare la raccolta differenziata per poi pagare 200 euro per smaltire quello che loro hanno differenziato.

Si è chiesto così alla Regione un intervento deciso per trovare una soluzione ponte ad un impianto, unica vera soluzione.

Così chi è “addentro ai lavori” ed in particolare Rocco Veltro, amministratore unico di VR Service, ha raccontato il suo particolare punto di osservazione, dettato dall’incalzante esperienza sul campo. 

In vista della ripresa delle attività la sanificazione dei locali è un altro dei problemi concreti che le aziende avranno nei prossimi giorni. Per quanto riguarda la sanificazione posso dire che, soprattutto lungo l’arco temporale permeato dal COVID-19, ha costituito una tematica assai tematica assai dibattuta, tradotta ad un livello di intensità che posso riferire massacrante per questo tipo di attività. Si lavora tantissimo, a ritmi oggettivamente estenuanti“.

Tuttavia, prima di parlare del tema “Sanificazione” bisognerebbe tener conto del tema “Pulizia”. Da tale considerazione a monte parte dunque la necessità di implementare il servizio di pulizia nei locali e sui posti di lavoro.

Proprio questo consiglio sempre agli operatori, agli utenti ed anche a tutti coloro si trovino negli ambienti di lavoro di utilizzare continuamente – facendo più passaggi – detergenti anche a base alcolica”.

Soltanto previo questo e solo in seconda battuta si può poi parlare di “Sanificazione”, che deve aver luogo solo dopo un’attenta pulizia di fondo degli ambienti e delle superfici di lavoro.

Per quanto riguarda la mia azienda vengono utilizzati detergenti e disinfettanti PMC, quindi tutto ciò che è presidio medico-chirurgico e che sia a norma”.

Pulizia e sanificazione
Frame tratto da https://www.facebook.com/vrservicesrl

In quanto ad attrezzature ed a determinati ambienti, in particolare a spazi ospedalieri… Preferibile è l’utilizzo di sistemi di vapore, l’unico che possa considerarsi virucida. In grado quindi – da un punto di vista farmacologico – di distruggere i virus. Nello specifico ogni macchinario dovrebbe emanare vapore almeno a 180 gradi.

Per la sanificazione dunque, una strada percorribile è senza dubbio quella chimica.

Riepilogando. Evoluzione in vista e a fronte di enormi trasformazioni del tessuto urbano ed ambientale in cui si opera. Diversificazione. Servizi integrati. Certificazioni presso l’Albo Gestori per le autorizzazioni. Intermediazione di rifiuti. Conferimento di rifiuti solidi urbani, costi ragionevoli per il trasporto e lo smaltimento.

A ridosso di una virtuosa raccolta differenziata messa in atto dai cittadini, protagonisti attivi e beneficiari di ulteriori vantaggi in cambio del rifiuto conferito. Pulizia con detergenti a base alcolica, sanificazione con disinfettanti PMC presidi medico- chirurgici. Sistemi a vapore a 180 gradi virucidi, con macchinari che ne siano dotati.

Sono tante le azioni, altrettanti gli attori. A dimostrazione di come un’impresa che voglia garantire pulizia e sanificazione, a servizio della Salute dei cittadini – con trasporto, conferimento e smaltimento dei rifiuti – sia impegnata in un processo affatto banale.

Preparazione ed azione, studiando e coordinando entrambe le sfere, sembrano essere dunque essenziali. Senza mai prescindere da un lato da un  contenimento dei costi e dall’altro da un potenziamento dei macchinari e degli strumenti.

Maria Chiara Di Carlo

Link correlati:

https://www.lucanianet.it/news/2020/02/26/rtgrresponsabile-tecnico-gestione-rifiuti/

https://www.facebook.com/vrservicesrl/photos/?ref=page_internal

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?