Il Carcinoma gastrico o più comunemente conosciuto come tumore dello stomaco, rappresenta dopo il tumore al seno e il cancro al polmone, la forma neoplastica più diffusa e con il più alto tasso di mortalità (più di 10.000 morti l’anno). Colpisce le persone a partire mediamente dai 45 anni di età. In Europa si verificano circa 190.000 nuovi casi ogni anno che rappresentano circa il 23 per cento di tutte le neoplasie; in Italia sono circa 17.000 ogni anno le nuove diagnosi di tumore allo stomaco. L’incidenza è maggiore tra le classi sociali più basse. Negli ultimi anni il numero di casi diagnosticati nei Paesi occidentali è in diminuzione soprattutto grazie al miglioramento dell’alimentazione e alla diminuzione del consumo di cibi conservati sotto sale o affumicati. Il declino è stato più rapido nelle donne rispetto agli uomini. In Italia, negli ultimi anni, si è verificata una importante diminuzione sia dell’incidenza sia della mortalità in entrambi i sessi, diminuzione resa possibile anche grazie ad una maggiore informazione sui principali fattori di rischio e ai metodi di prevenzione precoce.  Diversi sono i fattori di rischio chiamati in causa per spiegare l’insorgere del tumore dello stomaco; tra essi, l’alimentazione gioca un ruolo importante: una dieta ricca di amidi, grassi e cibi affumicati o salati (che contengono nitriti e nitrati precursori di cancerogeni come le nitrosamine) ne può favorire l’insorgenza, così come il consumo di alcol e il fumo di sigaretta, che possono contribuire alla trasformazione del tessuto gastrico in senso tumorale. Di recente, inoltre, ha assunto sempre maggiore importanza il ruolo svolto dall’Helicobacter pylori, un batterio responsabile anche dell’ulcera gastrica e duodenale: la sua presenza nello stomaco, infatti, può alterare – nel corso di anni – i delicati equilibri che esistono a livello dell’organo.
È stato poi dimostrato che esiste una predisposizione familiare che contribuisce alla genesi della malattia; alcune alterazioni cromosomiche sono causa dell’insorgenza di tumori in diversi organi, tra i quali lo stomaco. Infine, vale la pena di citare altre possibili cause, che si verificano più raramente, e che sono rappresentate dalla poliposi gastrica, ovvero dalla formazione di piccole escrescenze benigne che con il tempo, se non curate, possono degenerare e diventare maligne, e da interventi chirurgici con tecniche particolari che venivano effettuati in passato. In quest’ultimo caso è possibile che, dopo circa 15 o 20 anni, il punto in cui si è formata la cicatrice diventi luogo di partenza di un tumore: per questo le persone operate allo stomaco devono essere periodicamente controllate con la gastroscopia, un esame che permette di visualizzare lo stato di salute del rivestimento interno dell’organo. 
Di carcinoma gastrico si è parlato questa mattina, giovedì 25 giugno 2009, presso la Sala Congressi dell’IRCCS-CROB di Rionero in Vulture, nel seminario di Chirurgia oncologica coordinato dal Dott. Giuseppe La Torre, Direttore dell’U.O. di Chirurgia Oncologica dell’Istituto lucano. Il meeting scientifico ha avuto il patrocinio dell’Assessorato alla Sicurezza e alla Solidarietà Sociale della Regione Basilicata, della Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori e dell’Università degli Studi di Napoli. Obiettivo del convegno è stato quello di consolidare le certezze acquisite sul trattamento del Carcinoma gastrico, stimolare la discussione tra specialisti e partecipanti sui nuovi sviluppi della ricerca e divulgare le novità dello screening, degli approcci chirurgici, del trattamento radiante e delle terapie mediche.  
Il meeting di questa mattina è stato presieduto dal Prof. Marco Salvatore, Direttore Scientifico dell’IRCCS-CROB e dal Dott. Giuseppe La Torre. Ha dato il benvenuto ai partecipanti il Direttore Generale dell’IRCCS – CROB, Dott. Rocco Maglietta. Erano presenti al meeting il Presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, l’Assessore alla Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Antonio Potenza, l’Assessore alle Attività Produttive, G. Straziuso, il Presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Potenza, Dott. E. Mazzeo Cicchetti, il Direttore Sanitario dell’IRCCS-CROB, Dott. Giambattista Bochicchio, il sindaco di Rionero, Antonio Placido. 

0 Comments

Leave a reply

©2024 KLEO Template a premium and multipurpose theme from Seventh Queen

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

Log in with your credentials

Forgot your details?