Il progetto Fermenti Democratici – commenta Sergio Ragone ideatore e
coordinatore responsabile del progetto – diventerà quindi la voce e la
piazza ufficiale della fase costituente de giovani del Partito
democratico, dando a tutti e nessuno escluso la possibilità di
partecipare e di essere generatore di contenuto così com’è oggi
possibile grazie al web 2.0. Ma non solo il web perchè nei prossimi
mesi saranno articolate nel territorio nazionale delle campagne di
comunicazione e di ascolto. Vogliamo costruire insieme i Giovani
Democratici, lo spazio generazionale del nostro partito.

Vogliamo
farlo con modalità totalmente nuove, che permettano di mettere insieme
le potenzialità che avevano i movimenti giovanili, nei quali alcuni di
noi hanno fatto esperienza, ma che non si portino dietro i difetti di
realtà spesso inadeguate, che garantiscano il coinvolgimento delle
centinaia di migliaia di ragazzi che hanno partecipato alle primarie
del 14 ottobre, ma che permettano di andare molto oltre. Vogliamo uno
spazio comune per i tanti, tantissimi giovani, che vogliono iniziare
una nuova storia. E per i quali il Partito Democratico è l’inizio di
tutto, non la fine di qualcosa. Per questo dobbiamo lanciare una grande
mobilitazione nel Paese, centrata sulle questioni concrete, sui temi
che riguardano il futuro degli oltre quindici milioni di under 30 e,
quindi, il futuro di tutto il Paese. Perché è questo il bello della
nostra generazione e delle sue battaglie: nel paese delle corporazioni,
saremo quelli che lottano per l’interesse generale, che si battono per
la coesione sociale, per uno sviluppo davvero sostenibile. Immaginiamo
di dar vita alla costruzione del movimento giovanile secondo modalità
davvero innovative. Con le primarie innanzitutto, con la rete, con le
infinite possibilità del web. Vogliamo andare incontro a questa
generazione nei luoghi che frequenta davvero: dalle scuole alle
università, dagli spazi del tempo libero a quelli del lavoro.

E’ giunto
il momento di sperimentare davvero. La considerazione che il vino nuovo
non può essere messo negli otri vecchi vale anche per noi. Soprattutto
per noi. C’è bisogno della nostra fantasia per osare una politica più
lieve ma anche più ambiziosa, per usare parole che siano al contempo
forti, chiare, ma anche un po’ più umili e vicine alle persone, per
ripartire dalla sostanza, dal contenuto, più che dalle forme e dai
contenitori. La sfida di un impegno deciso ma sorridente, faticoso e
insieme spensierato Lo dobbiamo ad una generazione che ha dimostrato
tante volte che si può crescere senza avere paura del futuro, che si
può diventare grandi assumendosi le proprie responsabilità,
scommettendo su di sé e sulle proprie qualità.. Ad una generazione che
non vuole delegare responsabilità ma vuole giocare la propria partita
da protagonista.  Ci sono tanti campioni fra i ragazzi di questo Paese.
Diamogli la possibilità di dimostrare quanto valgono, in un’Italia che
non lo fa abbastanza, sotto la bandiera del nostro bel tricolore
democratico.

Il progetto parlerà ai giovani italiani, e non dei giovani italiani,
con l’obiettivo di sensibilizzarli e di riavvicinarli alla politica
chiamandoli direttamente a partecipare ed a decidere così come la nuova
fase della politica ci chiede. La “forma partito”, così come era stata
concepita, difficilmente potrà avere futuro. E’ il secolo della rete,
di internet, che rappresenta non solo una tecnica, quanto anche un
modello di organizzazione sociale e persino una metafora del
cambiamento in corso lungo i percorsi dei saperi e dei soggetti.

I primi feedback sono molto positivi. Nella sola giornata di ieri (26
novembre) oltre 40 bloggers si sono aggregati al progetto ed il blog è
stato visualizzato oltre 500 volte, sintomi questi di una grande voglia
di partecipazione e di grande interesse intorno al progetto.


I link:


http://fermentidemocratici.ilcannocchiale.it/


http://fermentidemocratici.gruppi.ilcannocchiale.it/

0 Comments

Leave a reply

©2024 KLEO Template a premium and multipurpose theme from Seventh Queen

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

Log in with your credentials

Forgot your details?