Un viaggio nella Basilicata di un tempo dove l’ambiente era ancora
predominante e le opere dell’uomo solo nei pensieri più remoti, un
ottimo spunto per iniziare a discutere sul tema della serata: “Dalle
parole alle immagini verso la sostenibilità ambientale”. Un argomento
che si presta a più analisi ma che vuole essere un momento per
interrogarsi sul connubio, ogni giorno non solo necessario ma
indispensabile, tra le parole e le immagini affinché ci si interroghi
sulle contraddizioni ambientali dei nostri giorni. Linea guida delle
tre serate precedenti, la manifestazione continua ad imporsi come
momento per guardare con attenzione all’ambiente e alle disarmonie ad
esso legate. La discussione sarà introdotta dal saluto di Angela
Latorraca, presidente del Gal Akiris, ente promotore dell’iniziativa
che ha voluto accendere i riflettori sulle possibili “Insidie che
minacciano l’ambiente, il territorio e le nostre tradizioni”.
Seguiranno gli interventi dell’assessore regionale alla formazione e
cultura, Antonio Autilio e dell’assessore provinciale alle politiche
per l’ambiente, Giancarlo D’Angelo, volti ad illustrare il ruolo che
l’intera Basilicata, rappresentata dalle istituzioni regionali e
provinciali, può assumere nella sostenibilità ambientale e nel sostegno
alle attività cinematografiche. A tal proposito Rocco Messina, regista
lucano, porterà la sua esperienza quale testimonianza di un’arte che
può crescere e diffondersi anche in una piccola regione come la
Basilicata. Un piccolo buffet chiuderà il sipario sulla prima edizione
di Agri-Film-Terra con l’auspicio che, anche se in minima parte, il
cinema sia giunto laddove difficilmente arriva: nelle piccole realtà
locali.

0 Comments

Leave a reply

©2024 KLEO Template a premium and multipurpose theme from Seventh Queen

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

Log in with your credentials

Forgot your details?