Lo sostiene il capogruppo di IdV in Consiglio Regionale Antonio Autilio, per il quale “la buona affluenza alle urne e la valanga di NO sono per la storia democratica anche del popolo lucano un’ulteriore prova di partecipazione alle scelte della politica e di attaccamento alle istituzioni. Una scelta ancora più rilevante perché è avvenuta – continua Autilio – senza condizionamenti politici, a dimostrazione della libertà di valutazione nonostante la campagna referendaria fosse stata eccessivamente caricata di significato politico, soprattutto da parte del centrodestra. E’ necessario però tenere conto anche dell’indicazione venuta da quanti hanno votato SI perché si accolga l’indiretta volontà di una riapertura del dialogo che ci deve vedere fortemente determinati nella ricerca di un confronto serio con il centrodestra per aggiornare la Carta Costituzionale e riprendere il lavoro delle riforme istituzionali regionali interrotto con la precedente legislatura. E’ un impegno che cade in una fase particolarmente importante anche per la programmazione regionale ma che rispetto ad essa – afferma Autilio – non si può certo considerare avulsa o comunque a sé stante: le riforme istituzionali devono perciò camminare di pari passo con i processi di programmazione per determinare entrambi, in stretta sintonia, le condizioni di sviluppo democratico, sociale, civile e produttivo”.

0 Comments

Leave a reply

©2024 KLEO Template a premium and multipurpose theme from Seventh Queen

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

Log in with your credentials

Forgot your details?