“Comprendo che in questo particolare momento elettorale il sindaco di Melfi accusi un certo nervosismo, ma non ho mai detto che l’ospedale unico debba essere quello di Venosa. Ho affermato, e lo riconfermo, la necessità, se realmente gli amministratori a vario titolo hanno a cuore la salute dei loro cittadini, di un ospedale unico che apporti una più alta qualità dei servizi, oltre alla razionalizzazione delle risorse e del personale che in questo momento lavora nell’ambito dei servizi dell’Asl n.1.
“A tal proposito e a scanso di equivoci il mio partito e io personalmente siamo del parere che debba essere istituita una sola Asl con la creazione dei distretti, perché se, invece, la scelta dovesse cadere su Asl provinciali, dovremmo ragionare come se la “Provincia di Melfi” già esistesse (dichiarazione in linea con quella del Senatore Piero Di Siena). Altro che campanilismo”.
“Bisogna superare la logica del particolare se si vuole stare al passo con i tempi e se si vuole realmente offrire servizi di eccellenza alla comunità. Questo ha spinto altre Aziende sanitarie, con l’esempio dell’Ospedale Unico di Lagonegro, ad aderire a tale soluzione in linea con l’ipotesi di riduzione delle stesse aziende.”
“Con il sindaco concordo appieno che non bisogna sperperare risorse economiche. Quindi – conclude Mollica – nessun colpo di mano sull’Asl n.1 ma solo ragionamento politico per lo sviluppo e il bene del Vulture –Melfese Alto Bradano e per le loro comunità”.

0 Comments

Leave a reply

©2024 Associazione Promozione Sociale Lucanianet.it - Discesa San Gerardo 23/25 85100 Potenza CF 96037550769 info@lucanianet.it