Associazioni, Movimenti e Comitati a livello nazionale e regionale hanno chiesto al Consiglio e alla Giunta della Regione Basilicata di adottare con urgenza, sulla scorta di quanto già adottato in Puglia e Sardegna, un provvedimento legislativo che determini una immediata MORATORIA di tutti gli iter procedurali messi in essere per la individuazione, approvazione e realizzazione delle centrali eoliche.

La situazione dell’eolico in Basilicata evidenzia infatti come il trend preveda a regime:

  • 29 i campi eolici (di cui 8 già funzionanti)
  • 975 Mw di potenza nominale complessiva impiegata (di cui 195,95 Mw già in esercizio)
  • 856 torri eoliche (di cui oggi in funzione 192)
  • 30 comuni interessati (5 in provincia di Matera e 25 in provincia di Potenza). Di questi 4 hanno più di un campo eolico insistente sul proprio territorio
  • 20 società eoliche coinvolte, in gran parte affiliazioni di multinazionali del settore operanti in Europa ed in Italia.
  • una potenza nominale impegnata di oltre 9 volte superiore di quella prevista al 2010 nel Piano Energetico Regionale per questa fonte di energia.
  • Wind Farm di grossa taglia (generatori eolici con potenza compresa tra 0,8 e 2 Mw ciascuno) con torri eoliche alte fino a diverse decine o centinaia di metri e con concentrazioni medie per impianto pari a 40-50 torri eoliche.

Questa infrastrutturazione eolica è superiore di oltre 3 volte il fabbisogno di energia da produrre in Basilicata che, considerando tutte le fonti di produzione elettrica, è stata stimata al 2010 dal Piano Energetico Regionale in 350 Mw. Molti di questi progetti sono all’interno di aree protette ed in prossimità di SIC/ZPS ed aree a forte vocazione paesaggistica.
La richiesta di moratoria dell’eolico in Basilicata è motivata dal fatto che si procede ad autorizzare singoli impianti senza tener conto del loro effetto cumulativo  e della loro congruenza rispetto alle previsioni del Piano Energetico Regionale o altri Piani territoriali, sovra-comunali e comunali in assenza tra l’altro delle norme regionali “atto d’indirizzo teso al corretto inserimento degli impianti eolici sul territorio” di cui le Deliberazioni della Giunta Regionale della Basilicata n.1138/2002 e 2920/2004 che il TAR della Campania – sezione di Napoli con una propria ordinanza (n.1880/2005) ha sospeso facendo mancare l’unica normativa regionale esistente a tutela dei valori dell’Appennino Lucano, delle aree protette e di quelle di valore paesaggistico ed archeologico, dall’impatto negativo di tali impianti.
Una pianificazione e programmazione energetica complessiva può derivare solo da un serio Piano Energetico Regionale e dalla preventiva emanazione di un nuovo Atto di indirizzo per il corretto inserimento dell’eolico sul territorio sia a livello nazionale che regionale.
Le associazioni chiedono pertanto alla Regione Basilicata ed alle forze politiche di avviare un percorso di confronto tra le Istituzioni e le componenti Associative e dei Comitati dei Cittadini titolari dei vari interessi collettivi e/o di categoria, affinché attraverso la realizzazione di conferenze programmatiche ed una loro partecipazione attiva agli studi propedeutici, si giunga alla redazione ed approvazione condivisa del nuovo Piano  Energetico Regionale.
La mancata adozione dei provvedimenti richiesti condannerà la Basilicata ad una diffusione selvaggia ed inarrestabile di centrali eoliche sull’intera catena appenninica lucana, con la perdita definitiva  ed irreversibile dell’identità regionale e delle caratteristiche peculiari del suo territorio con buona pace di turismo, di sviluppo sostenibile, di valorizzazione delle risorse paesaggistiche-archeologiche, di tutela e valorizzazione del nostro patrimonio naturalistico e storico. Per aderire alla richiesta di moratoria on line:

Le Associazioni che hanno aderito:
 
Comitato di Difesa dell’Appennino Lucano, CNP Comitato Nazionale per il Paesaggio,  Assoturismo-Confesercenti Basilicata, Accademia Kronos Sede Nazionale, Accademia Kronos Basilicata, Associazione Trekking Falconaumanni Matera, LIPU Basilicata, AIGAE (Associazione Guide Ambientali ed Escursionistiche) Basilicata, Movimento Ambientalista Pacifista No Scorie Trisaia, Italia Nostra Potenza, Italia Nostra Matera, Italia Nostra – Sede Nazionale, CoSa Comitato Salute Ambiente Pollino, Comitato Lucano per il Controllo delle Scelte Energetiche, Movimento Azzurro Sede Nazionale, Movimento Azzurro Basilicata,  ALTURA Associazione per la Tutela degli Uccelli Rapaci e dei loro Ambienti Sede Nazionale.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?