In questi giorni si stanno disputando le finali regionali dei Giochi Sportivi Studenteschi riservate agli istituti di istruzione secondaria di 1° e 2° grado della Basilicata. La finale regionale di Pallatamburello per le scuole secondarie di 2° grado si è disputata martedì scorso nella palestra caizzo di Potenza, ed a coronare il sogno di campioni regionali, per la squadra femminile è stato l?Istituto Magistrale di Potenza, del prof. Antonio Ronco, che ha battuto per 13 giochi a 8 il Liceo Classico di Pisticci del prof. Franco Laviola. L?inizio di partita è stato abbastanza equilibrato, le due scuole si erano portate sull?8 pari, ma poi le ragazze di casa, incitate del pubblico amico, costituito da compagne di classe, hanno preso il sopravvento.

Nella finale maschile erano di fronte il Liceo Classico ?Orazio Flacco? di Venosa ed il Liceo Scientifico ? E. Fermi? di Policoro, vincitori delle rispettive finali provinciali. La partita non ha avuto storia, i ragazzi di Venosa hanno surclassato l?avversario con un sonante punteggio, vincendo per 13 giochi a 4. A nulla è servito nelle file della squadra di Policoro di Emanuele Parisi, vice campione regionale under 16 di tennis, lo sport che ha varie analogie con la pallatamburello.

Le partite sono state dirette dal prof. Nunzio Smaldore, referente regionale di pallatamburello, coadiuvato dai proff. Angelo D?Adamo, Elisa Di Pietro e Paolo Conversano. Erano presenti per il Miur, il prof. Giuseppe grilli, coordinatore di Educazione Fisica e Sportiva della provincia di Matera, Leopoldo Desiderio per il Coni Regionale e Franco Palese per il Coni Provinciale. A fine gare tutte e quattro le scuole sono state premiate con coppe e medaglie. Adesso le due scuole campioni regionale dovrebbero disputare le finali interregionali, se la federazione italiana di pallatamburello avrà a disposizione i fondi necessari per sostenere le trasferte delle varie rappresentative scolastiche. Il prossimo 13 maggio a Roma c?è un incontro in tal senso, nel quale prenderà parte anche il delegato regionale di pallatamburello, Nunzio Smaldore.

Ecco infine i nomi dei vincitori regionali delle due scuole. Istituto Magistrale di Potenza: Rosanna Lovallo, Serafina Flores, Serena Carriero Bruno, Silvia Pace, Giulia Carriero, Vincenza Rossiello, Marianna Pace, Vitina Telesca, Floriana Posca ed Errichetti Maria ( una curiosità, di queste 10 ragazze, 7 provengono dalla scuola media di Filiano dove già da qualche anno si pratica la pallatamburello).
I componenti del Liceo Classico di Venosa sono stati: Angelo Zaccardo, Giuseppe Mettola, Vincenzo Lioy, Marco Gammone, Pierpaolo Di Napoli, Giuliano Pescuma, Luciano Monaco, Antonio Lancellotti, Gianrocco Basso e Giuseppe Bellasalma, ragazzi che per la prima volta hanno appreso le regole di questo sport, riuscendo ad eseguire i fondamentali del gioco con buona padronanza motoria e tecnica.

RIPACANDIDA. RISCOPERTO IL PIACERE DELLO SPORT E DELL?ATTIVITA? MOTORIA.

Da alcuni anni nel piccolo centro vulturino presso la palestra comunale si svolge attività ludica e sportiva all?insegna del sano agonismo e puro divertimento. A cura del settore sportivo della locale Pro-Loco, il prof. Rocco Vito Sinisi, con in tasca un regolare diploma Isef, avvalendosi di alcuni validi collaboratori nelle persone di Gianvito Gioiosa (frequentante la facoltà di Scienze delle Attività Motorie) e Maria Antonietta Di Sabato, per due volte la settimana, fa muovere bambini della scuola elementare e ragazzi/e delle medie nell?apprendimento dei principali gesti motori e sportivi.

?Dinamico, così il prof. Sinisi ed i suoi collaboratori, hanno definito il settore sportivo della Pro-Loco?. Entusiasta di questo anche il presidente della Pro-Loco, Gerardo Cripezzi, insieme al consiglio di amministrazione. Positivo di questa iniziativa anche l?Assessore allo Sport del Comune, Donato Potenza, che ha arricchito la palestra con l?acquisto di materiale sportivo.

Attività Motoria, Mini-Basket, Mini-Volley, Calcio a 5 sono le attività che hanno raccolto il maggior numero di adesioni, i bambini le ritengono divertenti e vi partecipano, dopo l?uscita da scuola, con grande entusiasmo, come valvola di sfogo dopo molte ore trascorse nei banchi. Ci si diverte anche praticando Pallavolo, dove un gruppo di ragazze, entusiaste e volenterose, pur di evadere dal tam tam del non far niente, si allenano due volte alla settimana, nell?apprendere i principali gesti sportivi di questo sport di squadra. ?Con qualche allieva in più, dice il prof. Sinisi,si potrebbe addirittura costituire una squadra?, chissà?
Sull?attività svolta e gli obiettivi da conseguire, il prof. Sinisi ha risposto: ?per i bambini si realizza una conoscenza e padronanza del proprio corpo, un controllo dell?equilibrio ed affinamento della coordinazione motoria, una buona lateralità, ed un contatto con il mondo esterno sereno e costruttivo, confrontandosi e socializzando con i compagni. Per i ragazzi si realizza una buona conoscenza di alcuni sport di squadra con, l?inevitabile, miglioramento delle qualità fisiche e mentali, quali l?acquisizione delle capacità coordinative e condizionali, forza, resistenza, mobilità articolare, rapidità, prontezza percettiva ed attenzione?.

Infine, la pro-loco, ha rivolto un invito ai genitori affinché investano nello sport perché è considerato il futuro dei propri figli.

0 Comments

Leave a reply

©2024 KLEO Template a premium and multipurpose theme from Seventh Queen

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

Log in with your credentials

Forgot your details?