SPORT CALCIO SECONDA CATEGORIA. DOMENICA 20 MARZO A
RIPACANDIDA.

GINESTRACANDIDA 2
ALBATROS (OPPIDO) 0

Formazioni:

GINESTRACANDIDA. Di Pace, Parisi, Labriola ( al 75° Casillo), Annunziata, Gioiosa, Cicchiello, La tocca (all?80° Carnevale), Rizzo, Tirico, Mancusi, Pinto D.

ALBATROS: Leone, Giganti, Orlando, Lioi, Mancuso F., Gisonna, Calabrese, Mancuso A., Lancellotti, Mancuso A (?75), Pagano.

Arbitro: Colangelo di Potenza.
Marcatori: al 15° e 38° Latocca.

Bella impresa del Ginestracandida che, dopo aver fermato l?ex capolista Montemilone sul proprio campo prima di natale, domenica 20 marzo, sul bellissimo manto erboso San Donatello, si è ripetuto, battendo la capolista Albatros, superato in classifica dallo Sporting Bella. A decidere le sorti dell?incontro il velocista Latocca, un ragazzo di Melfi, acquistato dalla società a campionato iniziato e che si è subito messo in evidenza per le sue buone doti tecniche e di scatti repentini. La partita è stata giocata apertamente da entrambe le contendenti. L?Albatros, entrata in campo con l?intenzione di chiudere subito la partita, si è trovata una coriacea squadra, guidata bene in campo dal mister Tirico e dalla panchina dal presidente Dileo. Al 15° Latocca, sorprende una disattenta difesa ospite, dopo aver ricevuto sulla sua fascia destra un passaggio da Mancusi, supera in velocità il suo diretto avversario e con un bel tiro piazzato, a mezza altezza, sorprende il portiere in uscita. Anche il 2° gol è una fotocopia della prima, passaggio ricevuto dal centrocampo, discesa sulla fascia destra, superamento in velocità di avversario e tiro beffardo che sorprende per la seconda volta Leone. L?Albatros non è stata a guardare, ha dimostrato di essere formazione di alto rango, ha avuto almeno 3 occasioni da gol su punizioni dal limite dell?area di rigore, per falli di gioco commessi ingenuamente dal troppo euforico Parisi, ma Di Pace è stato bravo a trovarsi sempre in posizione e parare. Da segnalare al 25? un rigore trasformato da Mancuso A.(75) e non convalidato dall?arbitro: Di Pace para, ma non trattiene la palla, interviene lo stesso tiratore e realizza. L?arbitro annulla ritenendo il giocatore in fuori gioco. A nulla sono servite le proteste dell?Albatros.
Una curiosità: ad un quarto d?ora dalla fine, dalla panchina, il presidente Dileo, tra la sorpresa dei propri giocatori, toglie un difensore e mette in campo un attaccante. A fine partita ha detto: ?per difendere il risultato bisogna attaccare, non arroccarsi in difesa, diamo un vantaggio all?avversario?.
Può sembrare questo un suggerimento ai tanti allenatori che, dalla serie A fino alla terza categoria, fanno il contrario.

0 Comments

Leave a reply

©2024 KLEO Template a premium and multipurpose theme from Seventh Queen

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

Log in with your credentials

Forgot your details?