Ginestra. Un cittadino automobilista del piccolo centro arbereshe, riceve in questi giorni dalla sede centrale dell?Automobile Club D?Italia di Roma, su incarico della Regione Basilicata, una lettera di invito a pagare una tassa automobilistica del 2003 che aveva regolarmente pagato.

Nella lettera spedita si chiede: ?Gentile automobilista, Le comunichiamo che, dalle verifiche effettuate negli archivi della tassa automobilista, la posizione fiscale del Suo veicolo, per l?anno 2003, non risulta corretta, per i seguenti motivi: periodo tributario, gennaio-dicembre 2003, stato fiscale, omesso pagamento, dati tecnici, uso privato. Nel caso in cui Lei ritenga corretta la Sua posizione fiscale, contatti, entro il 18/03/2005 p.v., il servizio di Assistenza che le abbiamo messo a disposizione, secondo le seguenti modalità?”

L?automobilista, particolarmente adirato, subito contatta telefonicamente il numero di Roma dell?ACI, perché per il secondo anno consecutivo rivceve la stessa lettera di invito a regolarizzare una tassa già pagata. La cosa che ha fatto indispettire ancora di piu? il cittadino di Ginestra è che alla risposta della sua chiamata, effettuata lo scorso 23 febbraio, la signorina dall?altra parte, alle sue vibrate proteste, ha chiuso la comunicazione. Rifatto il numero, risponde un?altra vocina femminile: buonasera, benvenuti al centro assistenza tasse automoblistiche, erano da poco passate le 12 di mattina, eravamo in pieno giorno, segno questo di tanta distrazione e di mancanza di lucidità.

In pochissimi secondi, una volta riferiti i dati tecnici dell?autovettura, viene regolarizzata la posizione dell?arrabbiato automobilista di Ginestra che prima di chiudere il contatto telefonico con la gentile, ma sicuramente incolpevole protagonista del fatto, invita l?Aci a stare piu? attenta, prima di spedire lettere preoccupanti, e, soprattutto, una volta ricevuti gli accrediti, di registrarli. Così si scaricano gli avvenuti pagamenti delle tasse automobilistiche pagate. Perché l?automobilista di Ginestra, come ha ricevuto lui l?invito a pagare una tassa in piu?, porta a pensare che questa richiesta di pagamento la ricevono migliaia di automobilisti in tutta Italia, cosicchè se qualche distratto automobilista, soprattutto quelli di una certa età, si dimentica dove ha conservato la tassa pagata, è costretto a pagarla un?altra volta. L?automobilista di Ginestra ha fatto una scommessa con l?altra voce del telefono:è sicuro che l?anno prossimo verrà invitato per il terzo anno consecutivo a regolarizzare la sua posizione automobilistica con le tasse, nello stesso periodo dell?anno, ricevendo la stessa missiva, la risposta ricevuta è stata: ?Lei ha un sesto senso?. Staremo a vedere.

0 Comments

Leave a reply

©2024 Associazione Promozione Sociale Lucanianet.it - Discesa San Gerardo 23/25 85100 Potenza CF 96037550769 info@lucanianet.it