Si è costituito il 28 gennaio 2005 a Scanzano Jonico il forum giovanile permanente di Scanzano. Lo ha reso noto attraverso un comunicato il presidente del Forum, Salvatore Pecchia. Erano presenti all?incontro l?assessore alle Politiche Sociali del Comune, Francesco Puppio, il funzionario comunale, Davide Lerose, il rappresentante dell?esecutivo del Forum regionale, Pasquale Stigliani, e i partecipanti delle associazioni Aido, Cobas Li.si.a., Pro-loco, Avis, Giovani della Margherita, A.C. Scanzano, Giovani Comunisti, ScanZiamo le Scorie, Azione ambiente onlus. All?unanimità è stato eletto come presidente Salvatore Pecchia, come vice presidente Mery Sabato e come segretario Agostino Falzone.
L?intera assemblea ha poi discusso sugli obiettivi e sulle responsabilità del Forum di Scanzano Jonico, in quanto soggetto capace di ?saper rispondere alle esigenze e ai bisogni delle nuove generazioni, e della necessità di avviare da subito una serie d?incontri di discussione per mettere in cantiere iniziative con il fine di coinvolgere direttamente e principalmente i giovani e la società civile?.

DECRETO SCANZANO, IL PRIMO COMMENTO DI BUBBICO SULLA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE

Il presidente della Regione Basilicata, Filippo Bubbico, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Pur riservandomi di approfondire tutti gli aspetti e tutte le implicanze della pronunzia della Corte Costituzionale, giudico importanti e ampiamente soddisfacenti le parti per le quali è stato accolto il ricorso della Regione Basilicata, le quali attengono appunto al riconoscimento degli spazi di autonomia delle comunità locali e delle istituzioni regionali. La grande mobilitazione di un’intera regione mandò all’aria uno sconsiderato progetto di localizzazione delle scorie nucleari in un sito geologico unico: Scanzano e la Basilicata difesero se stesse ed il loro futuro, ma parlarono anche a nome del Paese e del suo diritto di partecipare responsabilmente a scelte di tale rilevanza. La Consulta rende giustizia a quella grande battaglia nella misura in cui sancisce definitivamente che operazioni come quella, che poi il governo fu costretto ad annullare, non possono essere definite ed attuate senza la partecipazione delle Regioni e in dispregio alle competenze riconosciute ad esse in materia ambientale. Anche se era agevole intuire le obiezioni di costituzionalità circa un provvedimento di denuclearizzazione adottato in regime di assoluta autodeterminazione, la Regione Basilicata è orgogliosa di aver contribuito a sollecitare un pronunciamento così importante ed a consolidare gli istituti costituzionali di contrasto alle prevaricazione dei poteri centrali e di salvaguardia dei diritti e degli interessi delle comunità locali”.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?