Tra le attività promozionali si ipotizza un treno speciale

Le produzioni tipiche locali intese come veri e propri beni culturali, e non solo alla stregua di semplice "contorno" all’offerta turistica del territorio. E’ questo uno degli aspetti che, specie negli ultimi anni, caratterizza in maniera sempre più marcata la nuova e concreta attenzione verso i nostri patrimoni storici, artistici e culturali come possibili fattori di sviluppo, anche economico, per le varie realtà locali. In quest’ambito si muove anche l’attività svolta dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (Anci) che, attraverso il suo Presidente Nazionale, Leonardo Domenici, ha deciso di assegnare la delega in materia di Beni ed Attività Culturali al Sindaco della città di Matera, Michele Porcari. Ma non è tutto. Sempre il sindaco della città dei Sassi, infatti, sarà il nuovo responsabile politico nazionale del progetto di marketing territoriale dell’Anci "Res Tipica".

L’iniziativa nasce con l’obiettivo di promuovere e valorizzare le produzioni territoriali dei comuni in un circuito turistico di qualità. L’idea, però, non è quella di un semplice marchio commerciale da attribuire ai singoli prodotti tipici, quanto piuttosto agli stessi territori a cui, storicamente e culturalmente, essi sono legati. Saranno gli stessi comuni, in pratica, che dovranno rispondere ai criteri stabiliti per ottenere la classificazione di "Res Tipica" e per ricevere il diritto ad utilizzare tale denominazione ed il relativo marchio registrato. Un progetto di ampio respiro che ha al suo interno anche altre importanti finalità. In primis, l’attenzione verso quelle aree in cui le attività commerciali risultano scarse o assenti e dove vi siano fenomeni di degrado urbanistico, intervenendo con precise e puntali opere di riqualificazione. "Res Tipica", infatti, vuole essere una sorta di modello di riferimento per tutti qui comuni che vi vorranno aderire, basato su un progetto globale di ristrutturazione e di mantenimento di uno standard di servizi da assicurare ai visitatori ed agli abitanti delle città. Un luogo di confronto, in pratica, e di scambio di esperienze capace di dar vita ad un vero e proprio laboratorio di idee e di ricerca che abbia come fine la tutela, la valorizzazione e lo sviluppo sociale ed economico dei territori italiani.

"Con Res Tipica", ha dichiarato il Sindaco Porcari, "la città di Matera si candida a diventare capofila di progetti per la tutela e la valorizzazione del territorio grazie alla sua esperienza in questo settore oramai riconosciuta a livello nazionale". Un progetto che, nato in seno al Dipartimento Attività Produttive e Turismo dell’Anci, vanta oggi la presenza in ben 32 paesi del mondo (l’unico continente a non essere rappresentato è l’Africa) e gode del sostegno di altre importanti realtà associative a livello nazionale. Uno strumento attraverso il quale è stato possibile tutelare l’identità culturale dei comuni italiani anche all’estero, diffondendo non solo la loro ricchezza e la loro cultura, ma anche ripercorrendo gli avvenimenti storici, le vicende personali, i saperi tradizionali legati alle produzioni tipiche, nonché progetti di marketing territoriale in grado di attrarre investimenti in loco.

"Con l’Anci", ha proseguito Porcari, "abbiamo già definito il programma delle attività per il 2005. Immaginiamo la costituzione di reti orizzontali tra realtà della stessa area geografica o con le stesse origini storiche, per meglio promuovere i territori". Tra i primi appuntamenti di "Res Tipica" la partecipazione, prevista per il prossimo 28 aprile, alla manifestazione mondiale di promozione turistica Aoki. Proprio il 28 aprile, infatti, sarà la giornata dedicata all’Italia in cui il progetto "schiererà" tutte e 16 le Associazioni di Identità aderenti. Tra le possibili iniziative promozionali, invece, è stata lanciata l’idea di un treno speciale dedicato a "Res Tipica". "E’ stato dato mandato", ha concluso Porcari, "alla struttura di progetto dell’Anci per contattare a breve termine Trenitalia ed eventuali altri sponsor e per verificare la fattibilità dell’idea".

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?