Il Picerno passa a Pisticci con un guizzo di Margiotta e sancisce (se ancora ce n’era bisogno) la situazione di profonda crisi della squadra di mister Stigliano, sempre più staccata al terzultimo posto della classifica, in piena zona retrocessione. Il copione della gara è prassi ormai consolidata: l’avversario, tutt’altro che invincibile, non è costretto a strafare per portar via i tre punti dal Michetti, ma la squadra di casa scende in campo priva innanzitutto della necessaria verve agonistica e degli stimoli giusti per tentare di concludere qualcosa di buono nell’arco dei novanta minuti.

Mancano idee (quelle che ci sono, sembrano molto confuse), un minimo di fisionomia di gioco ed anche gli uomini utili a risollevare le sorti dei gialloblè. A fine gara il tecnico Stigliano, dopo essersi accollato le sue responsabilità per questa situazione, ammette senza usare mezze parole, che gli ultimi rinforzi non sono all’altezza delle credenziali presentate (e quindi del budget investito per ingaggiarli) e che il problema del Pisticci non è solo quello di andare alla ricerca di una punta per completare l’organico, ma dell’intero collettivo. "Serve una notevole sterzata -spiega Stigliano – alla luce di quanto visto finora. Alcune prestazioni sono al di sotto delle aspettative. Avevamo preso gente che avrebbe dovuto farci fare un salto di qualità che onestamente non c’è. Ci sarà una epurazione massiccia e per ora abbiamo la classifica che ci meritiamo. Certo anche quello che accade in campo non ci aiuta, visto che oggi come in altre circostanze siamo stati puniti da un episodio".
Intanto per la gara di mercoledì ad Abriola il Pisticci perde anche l’attaccante Laviola, infortunatosi, ed il difensore Fago, espulso per fallo da ultimo uomo. Nella prima parte del match, il Pisticci, grazie a qualche espediente, riesce a rendersi pericoloso prima con Laviola che al 14′ incorna da distanza ravvicinata, ma è impreciso e poi con Prisco che al 22′ spara sul fondo da posizione defilata. Al 32′ Margiotta inizia a prendere confidenza con la sfera, ma sbaglia l’impatto di testa, dopo un buon inserimento. Al 36′ Prisco spedisce sul fondo da punizione. Poi al 38′ il vantaggio del Picerno: Montera calcia a centro area una punizione dal lato destro del campo, Margiotta sceglie con precisione i tempi d’inserimento e supera Mariano di testa. Al 42′ il Pisticci ha una buona occasione per pareggiare: sugli sviluppi di una punizione Ferrucci s’inserisce sul secondo palo ed incorna da distanza ravvicinata, ma la mira è un tantino imprecisa. Nella ripresa, soprattutto dopo l’espulsione di Fago al 67′, il Picerno si rende pericoloso più volte. Panariello dalla distanza cerca l’incrocio dei pali e per poco non trova un eurogol. All’85’ Montera s’invola verso la porta dopo aver percorso tutta la corsia di sinistra, ma sbaglia la conclusione, poi al 90′ Margiotta prova il tiro a volo dalla tre quarti, ma Mariano si oppone da pari ed in tuffo devia in angolo.

Risultato: Pisticci – Picerno 0-1
Rete: Margiotta al 38′
Arbitro: Guida di Venosa
Note: Ammoniti Forte e Lavecchia (Pis); Amoroso e Mele (Pic.). Espulso Fago (Pis). Recuperi 2′ e 4′. Spettatori 350 circa.

Pisticci
Mariano, Fago, Prisco, Marra, Ferrucci, Forte (dal 46′ Gallitelli), Laviola (dal 79′ Florio), Di Bari (dal 62′ Ponzio), Oger, Cardinale, Lavecchia. All.: Stigliano
A disposizione: Barbalinardo, Borraccia, Marmo, Caputo.

Picerno
Lettieri, Mele, Montera, Curcio Fel., Lordi, Farenga, Petraglia, Amoroso, Panariello (dal 90′ Curcio Fab.), Margiotta, Spera (dall’84’ Cerbasi). All.: Santarsiero
A disposizione: Radice, Marrese, Caggianese, Rossi, Amodeo.

0 Comments

Leave a reply

©2024 Associazione Promozione Sociale Lucanianet.it - Discesa San Gerardo 23/25 85100 Potenza CF 96037550769 info@lucanianet.it