Antonio Melfi, capogruppo dell?UDC in Consiglio Regionale, ha rivolto una interrogazione urgente all?Assessore alla Sicurezza e Solidarietà Sociale, Carlo Chiurazzi, relativa ai lavori di ristrutturazione, ampliamento e adeguamento del Presidio ospedaliero di Tricarico. In premessa l?interrogante sollecita l?Assessore a dare risposta immediata in aula, anche al fine di inviare alla gente di Basilicata un segnale concreto che l?azione dei politici e degli amministratori regionali è improntata alla massima trasparenza e correttezza, onde bloccare la pesante spirale di incertezza, sbandamento, che attanaglia in questi giorni gli apparati dirigenziali e governativi della Regione, e provoca certamente sfiducia e disorientamento nella gente onesta.

Melfi intende conoscere dall?assessore i dettagli procedurali, giuridici e formali che sottendono alla aggiudicazione dell?appalto relativo a ?Lavori di ampliamento del P.O. di Tricarico, di miglioramento sismico e di adeguamento alle norme antincendio 626/94 del vecchio plesso ospedaliero, allestimento di una R.S.A. per 20 posti letto e di una struttura riabilitativa cod. 56 per 64 posti letto ed acquisto di apparecchiature ed attrezzature? alla ditta fornitrice ATI R.C.M. Costruzioni srl e SOCIM spa, con sede in Sarno, per un importo a base d?asta pari a ? 6.428.557,25. Gli interrogativi riguardano: 1) il ribasso alquanto spropositato, a parere di Melfi, offerto dalla ditta aggiudicataria, pari al 23,190%; 2) la discordanza degli importi, così come appare nel cartello illustrativo dei lavori affisso in data 21 novembre c/o l?ospedale di Tricarico; nel dettaglio vi si riportano le seguenti cifre: ?importo complessivo ? 8.624.830,20 ? importo a base d?asta ? 6.482.557,25?. Domanda legittima e scontata: da dove provengono i circa 2 mleuro di differenza, perché non sono contabilizzati nel bando di gara dell?Amministrazione aggiudicatrice -ovvero l?ASLmt4-, per quale genere di lavori devono essere utilizzati? 3) Il fornitore al quale è stato aggiudicato l?appalto, sopra citato, opera nel settore delle costruzioni edili non già delle apparecchiature e attrezzature sanitarie: come e chi procederà all?acquisto di queste? 4) Il Bando dell?ASLmt4 inerente l?appalto per pubblico incanto per i lavori suindicati risulta essere stato pubblicato sulla GUCE del 25/05/2004, la data di aggiudicazione alla ditta vincitrice dell?appalto concorso, fra le 14 che vi hanno partecipato, è del 31/08/2004, la consegna dei lavori – tempestiva quanto mai ? è stata il 3/09/2004.

Ebbene alla stessa data 31/08/2004 risale la delibera ASLmt4, n. 911, relativa a ?Lavori di ristrutturazione alle norme antincendio Ospedale di Tricarico? così di seguito meglio dettagliate: Categorie lavori (DPR/2000): Finiture di opere generali di natura edile ? Opere strutturali speciali ? Impianti termici e di condizionamento; Categorie servizi CPC: Servizi di manutenzione e riparazione ? Categorie lavori CPV: lavori strutturali. L?importo totale ? 6.482.557,25. Si domanda: l?importo indicato deve essere utilizzato per quali tipi di lavoro a considerare la vistosa discordanza rilevata (ristrutturazione norme antincendio, ampliamento, R.S.A., struttura riabilitativa)? Come è spiegabile l?accavallarsi ed il sovrapporsi delle date? Perché non si è atteso il termine di scadenza della presentazione delle domande del bando relativo all?esito di gara, termine fissato alle ore 13.00 del 23/11/2004, prima di avviare la cantierizzazione dei lavori appaltati?

0 Comments

Leave a reply

©2024 KLEO Template a premium and multipurpose theme from Seventh Queen

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

Log in with your credentials

Forgot your details?