Un protocollo d?intesa per lo sviluppo del giacimento di petrolio della Valle del Sauro è stato siglato a Roma tra Regione Basilicata e Total presso la sede del Ministero delle attività produttive. Si dichiarano soddisfatti i nostri rappresentanti politici.

Il sito è attiguo a quello della Val d?Agri, mantiene riserve pari a 420 milioni di barili di greggio e già prevede un?estrazione quotidiana di 50 mila barili che presuppone una minore dipendenza energetica e lo sviluppo delle attività minerarie del giacimento denominato Tempa Rossa.

La concessione per lo sfruttamento di questo giacimento è suddivisa tra Total (50% e rappresentante unica), Shell e Mobil Oil Italiana, col 25% ciascuno. L?attività mineraria dovrà essere vincolata ad un uso delle migliori tecnologie disponibili per mitigare al massimo l?impatto ambientale e all?attivazione di un complesso di azioni per la compensazione ambientale, il monitoraggio e lo sviluppo sostenibile.

Tutto liscio come l?olio.

E? inoltre prevista la cessione gratuita alla Regione Basilicata di tutto il gas metano presente nel giacimento e qualsiasi attività connessa alla coltivazione degli idrocarburi che non dovrà in alcun modo interessare il territorio del costituendo Parco Nazionale della Val d?Agri-Lagonegrese, e il monte Caperrino.

Secondo i tecnici del ministero delle attività produttive lo schema di accordo sottoscritto prevede benefici aggiuntivi per la Basilicata (oltre alle royalties previste per legge) di importo pari a circa tre volte il valore dell?accordo raggiunto nel 1998 con l?Eni, ed a circa sei volte il valore massimo fissato dalla legge Marzano sull?energia per il ristoro ai territori.

In pratica, secondo valutazioni della regione Basilicata, lo schema di accordo dovrebbe raddoppiare il gettito assicurato dalle royalties.

Restano da definire gli impegni che dovrà assumere il governo nazionale a favore di una regione che fornisce un così rilevante contributo alla copertura del fabbisogno energetico del Paese. Per alcuni è addirittura confortante considerare che la Basilicata riaffermi con forza e con coerenza la scelta del modello di sviluppo sostenibile ed apre alle sue aree interne nuove opportunità di sviluppo e di rinascita.

Dovremmo cogliere questa occasione?Per alcuni è il arrivato il momento buono per rilanciare il dibattito sulla produzione di energia in Basilicata.
Belle riflessioni, decisamente rincuoranti. Ottimi risultati, ma è meno interessante sentire dai canali d?informazione nazionale che la Regione è invasa da cittadini corrotti e ambigui.

Ora non ci esprimiamo ma siamo pronti a valutare ogni situazione, senza schieramenti, senza prese di posizione. Un consiglio: alla luce di quanto accaduto nelle ultime ore è importante rimanere con i piedi per terra e ricordarsi che "non è tutto oro nero quello che luccica".

Non vorrei che ci accorgessimo di eventuali implicazioni negative troppo tardi, tenuto conto che non è un caso se in tutti i Paesi del mondo gli impianti petroliferi sono quasi sempre o nel deserto o nel mare. La nostra oasi è messa in discussione, l’estrazione del petrolio porta soprattutto lavoro non specializzato e temporaneo, anche se qualcuno potrebbe vantare delle certezze, per una ventina di anni?

Aspettiamo, a braccia conserte per vedere cosa accade, siamo pronti a rimescolare ogni nostra previsione che ora preferiamo non rivelare. Quando tutto si sarà compiuto allora scopriremo le carte .. E già vi dico che non troverete nulla di nuovo (un po? come il segreto di pulcinella..)

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?