L?ipotesi di riperimetrazione del Parco Nazionale del Pollino – proposta dalla consulente della Comunità del Parco, Paola Coia – incassa, dopo quello dell?organo assembleare, un altro importante parere favorevole, quello del Consiglio direttivo. Le assise hanno, infatti, approvato, ieri sera, la proposta condivisa dai Comuni il 26 marzo scorso, dando il via libera alla predisposizione dell?istruttoria e alla sua presentazione al ministero dell?Ambiente. A quest?ultimo spetterà la parola definitiva.

Un risultato condiviso da tutto il Consiglio (8 voti a favore, solo uno contrario, quello della consigliere Fascetti) che ha plaudito al lavoro svolto da Coia e alla disponibilità mostrata dal presidente dell?Ente Parco, Francesco Fino, sin dal suo insediamento. A Fino è stato riconosciuto il merito di aver aperto la discussione su un argomento considerato, prima di allora, ?tabù?. Anche il presidente della Comunità del Parco, Gaetano Palermo, presente alla riunione, ha espresso soddisfazione ribadendo la sensibilità mostrata dal presidente del Parco.

?Le proposte di modifica pervenute da varie comunità locali – ha spiegato Coia – consentiranno lievi modifiche all?attuale perimetro, prevalentemente ai margini del perimetro esterno, non andando a intaccare il ?cuore? del Parco e rispondendo all?esigenza di evitare macchie o isole?. La Comunità del Parco votò la proposta con 37 voti favorevoli. Contrario solo il comune di Papasidero. Rispetto all?ipotesi approvata in sede di Comunità, la proposta deliberata dal Consiglio elimina le variazioni territoriali proposte dai comuni di Frascineto, San Basile, S.Agata d?Esaro, Canna, Fardella e Mottafollone, perché non adeguatamente supportate da atti deliberativi.

Secondo la proposta di riperimetrazione il territorio in entrata sarebbe di 4.500 ettari, mentre quello in uscita di 14 mila. In totale il territorio protetto conterà 9 mila ettari in meno. ?Si tratta di un passo importante ? ha commentato il presidente Fino ? nell?andare incontro alle popolazioni che da anni chiedono la rivisitazione del perimetro del Parco?.

Il Consiglio ha anche affrontato altre importanti questioni come il problema cinghiali, per il quale è stato adottato il regolamento che consentirà l?abbattimento selettivo della specie; il Piano per il Parco, determinandosi per l?invio alla Comunità del Parco dell?elaborato, al fine dell?acquisizione del necessario parere; la nomina del Nucleo di valutazione, composto da Tenuta (presidente), Vizzini e Longo. Il Consiglio ha rinviato il punto riguardante l?elezione del vice presidente e preso atto delle dimissioni del dottore Graziano, attualmente collaboratore tecnico-amministrativo direttore facente funzioni del Parco da componente della Giunta esecutiva.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?