Cogliandrino: Maddalo, Panzardi (80? Muratore), Di Giacomo, Messuti Giampietro, Cirigliano, Boccia D., Messuti Giuseppe, Lattuga, Ferrari Stefano, Boccia L., Cresci (63? Formica). A disp: Quintieri, Ferrari G., Chiappetta, Labanca A., Labanca F. All. Ferrante.

Picerno: Santarsiero, Mele, Mitidieri (33?p.t. Cagianese), Farenga, Lordi, Spera, Montera, La Pegna, Panariello, Margiotta, Rossi (78? Magrino). A disp: Radice, Conte, Amodeo, Guida, Pace. All. Santarsiero.

Reti: 25? Boccia L. ( R ) 60? Margotta, 70? Ferrari Stefano, 77? Margotta.

Arbitro
: Giuseppe Lapadula di Moliterno (Marchese ? Alagia)

Note
: Ammoniti al 40?p.t. Cresci, 5?s.t. Lordi, 82? La Pegna.

Il primo tempo è al completo appannaggio dei padroni di casa che passano in vantaggio al 25? su rigore, naturalmente trasformato dal capitano Boccia L. che beffa Santarsiero spiazzandolo con un tiro lento. Poi ci prova il tiratore scelto Lattuga con il destro da fuori area, ma la sua conclusione al 32?, non centra lo specchio della porta. Al 37? si vede un po? di calcio spettacolo: Ferrari Stefano dalla sinistre mette un pallone in mezzo, a centro area, il beneficiario di questo assist e Cresci che in rovesciata mette di poco alto sopra la traversa conquistandosi gli applausi di tutti gli spettatori. Dopo appena sei minuti di gioco ancora Cresci ruba un pallone al terzino Mele e lo dà al centro, raso terra, per Boccia L. che conclude di prima, ma Santarsiero gli risponde alla grande con i piedi. Ma il Cogliandrino non riesce a decollare ha buone individualità ma non un gioco capace di farle esprimere al massimo così piano, piano il Picerno emerge. Al 60? perviene al pareggio: Montera sulla sinistra salta Messuti Giuseppe e crossa per Margotta che devia al volo anticipando il marcatore Pansardi per il momentaneo 1 ? 1. Dieci minuti dopo arriva il nuovo vantaggio dei laurioti con Ferrari Stefano che dopo uno scambio con Boccia, anticipa in area in difensore e batte Santarsiero con un tiro angolato. Già alla mezz?ora del primo tempo il mister Santarsiero aveva provveduto ad arginare Cirigliano, colui che aveva provocato il rigore con una delle sue avanzate sulla sinistra, facendo entrare Cagianese al posto di Mitidieri dandogli anche la licenza di avanzare per rendere la squadra più incisiva in fase offensiva. Infatti, proprio su una delle sue discese gli ospiti raggiungono il definitivo pari. Caginase supera Cirigliano con una finta e va sul fondo, crossa al centro per Margotta che ancora una volta trafigge Maddalo sotto misura. Siamo al 77?, qui finisce la gara.

A fine gara il Mister dei granata Ferrante mostra in volto tutto il rammarico per la vittoria sfumata. Deluso? ?Sì soprattutto dalla difesa! Non possiamo farci anticipare in area, addirittura sotto rete, per ben due volte così facilmente da un attaccante seppur bravo come Margotta. Dietro devono essere più concentrati sennò tutta la fatica di vincere una gara si spreca in pochi minuti. E il resto della squadra? ?Hanno giocato bene, ma hanno sprecato troppo. Questo è un errore che commettiamo spesso, creiamo tante occasioni da gol ma nelle sfruttiamo per cui alla fine perdiamo i due punti in più che ci meritiamo. Cosa vi manca per concretizzare con maggiore efficacia il vostro volume di gioco? ?Palermo e Carlomagno. Sono due attaccanti di un?importanza fondamentale per la nostra squadra. Essi, senza togliere niente a chi li sostituisce, sono un?arma in più che consente di avere maggiori soluzioni offensive. Il che non è poco.

0 Comments

Leave a reply

©2024 Associazione Promozione Sociale Lucanianet.it - Discesa San Gerardo 23/25 85100 Potenza CF 96037550769 info@lucanianet.it