VITA PIENA PER TUTTI
ADESSO E NON DOMANI

SOSTA SIMBOLICA DELLA CAROVANA DELLA PACE CHE SALUTA I MOVIMENTI ANTINUCLEARI PACIFISTI DI SCANZANO PRESSO IL PIAZZALE DEL CENTRO ENEA DELLA TRISAIA SABATO 11/SETTEMBRE/2004 ORE 10,30

Tre carovane ed un solo cammino…

VITA PIENA ADESSO E NON DOMANI

"Continuiamo a credere in un millennio senza esclusi dove la società civile e la chiesa, popolo di Dio in cammino, devono mettersi al servizio del bene comune, del diritto internazionale e della costruzione attiva della pace: un cammino di spiritualità e di liberazione nonviolento, iniziando sempre dalle periferie. Per questo le Carovane della Pace ripartono dai confini della nostra Italia, luoghi di incontro e non barriere di divisione." "E? per strada che ci incontreremo con la chiesa locale e la società civile."

Da Limone sul Garda, un limen (?confine?) che Daniele Comboni ha dischiuso all?Africa nell?800, partiranno tre Carovane di Pace: la NordEst-Adriatico che incontrerà Gorizia, Treviso, Cesena, Jesi, Teramo; la NordOvest-Tirreno Varese, Torino, Modena, S.Martino a Mensola (FI), Roma; la Sud S. Maria di Leuca – Alessano, Mesagne (BR), Palagiano (TA), Taranto, Rossano Calabro (CS), Locri (RC), Licata / Agrigento, Palermo. Così camminiamo con tre carovane regionali, tutte dirette verso le origini: appuntamento finale a Nola, uno dei luoghi dove hanno trovato Vita le prime comunità cristiane in resistenza nel cuore dell?impero romano. Qui trovi le presentazioni delle carovane:

Carovana SUD

La carovana del Sud partirà il 7 settembre da Alessano (LE) (città natale di don Tonino Bello), sulla sua tomba pregheremo prima di partire per portare e incontrare la Pace nelle strade del Sud Italia. Da questa latitudine ascolteremo il "mediterraneo" ci parlerà di coraggio e ricchezza della diversità che vorremo portare con noi in carovana. Da Alessano la carovana della pace passerà dalle città di Mesagne (BR) l’8/9 e Palagiano(TA) il 9/9 dove incontrerà le comunità cristiane e la società civile per raccogliere testimonianze e impegni concreti per la pace. Non si può parlare di Pace senza far memoria che la guerra non serve a costruirla e senza dire NO alle basi militari che in Puglia sono installate e che verrebbero anche ingrandite come è il caso di Taranto dove faremo sosta il giorno 10 settembre.. La carovana poi si recherà a Rossano Calabro (CS) l’11/9 passando per la Trisaia di Rotondella dove, in una breve sosta, ricorderemo le persone che con la loro semplice determinazione hanno difeso il loro territorio con una azione popolare nonviolenta?.E? la debolezza che salva. La nostra attenzione sarà data anche a Rapolla e Melfi che si sono ugualmente mobilitate in forma nonviolenta per rivendicare il diritto di partecipare alla vita e alle decisioni del proprio territorio e ambiente. Raggiungeremo poi la diocesi di Locri per unirci al popolo di questa terra per promuovere la legalità e la giustizia come base fondamentale per la convivenza civile e umana. A Licata-Agrigento ci metteremo in dialogo con le Istituzioni locali e con la società civile per chiedere e costruire insieme le basi per una Politica dal volto nuovo, una Politica che è prima di tutto responsabilità. A Palermo ci metteremo in ascolto delle comunità di immigrati che vengono a noi in cerca di solidarietà e vita dignitosa e che invece trovano diffidenza e fredda accoglienza, in questa terra il giorno 17 settembre faremo memoria di don Pino Puglisi. Il mar Tirreno ci unirà alle altre carovane a Nola per celebrare insieme la vita che abbiamo incontrato e i piccoli segni di speranza che Dio abita la storia e la benedice.

Carovana NORD-EST-ADRIATICO

Parte da una rete che divideva e vorrebbe costruire una rete che unisce perché fa comunicare, crea legami, aiuta a lottare, dà responsabilità e fa crescere le coscienze. La carovana Nord Est Adriatica partirà proprio dalla Gorizia divisa in due da una rete di confine che ora non c’è più fisicamente e che ha lasciato il posto ad una piazza. Ma quali sono i confini che segnano i margini delle nostre realtà? Come abbattere in modo definitivo queste reti e come far sì che anche chi è aldilà viva una vita piena? La carovana sarà poi a Treviso ad incontrare alcuni tra i tanti che popolano le linee di confine, chi arriva da paesi lontani, chi vive nel perimetro di un carcere, chi non ha neanche i muri di una casa ? Un cammino questo che ci porterà: a Cesena chiedendoci quali siano le scelte che costruiscono il bene comune e con quali modalità vadano perseguite; a Jesi cercando le opzioni in grado di trasformare una insufficiente "città di pace" in una accogliente comunità di pace; a Teramo per capire come la strada verso la giustizia passi obbligatoriamente per la remissione dei debiti. Infine a Nola ad incrociare il percorso e le storie delle altre due carovane e…

Carovana NORD-OVEST-TIRRENO

ESSERCI CON AMORE

Lettera di presentazione della carovana nord-ovest 2004

Siamo giovani che cercano la vita in pienezza. Abbiamo scoperto che nel confronto reciproco, nell?avvicinarci all?ALTRO come vita che ci appartiene e alla quale siamo chi-amati per amore e nell?incontro delle nostre vite in cammino, il mondo si arricchisce d?umanità. Solo ora, nell?oggi che preannuncia il domani, possiamo essere parte del grande abbraccio di pace e di vita che avvolge tutti e ciascuno per una nuova primavera. Crediamo che l?ascolto e la condivisione ci permettano di essere protagonisti (= aderire strettamente) in questa storia più grande di noi come attenti pellegrini che desiderano camminare insieme. Tutto ciò l?abbiamo scoperto perché per primi siamo stati scoperti e chiamati da un Dio Misericordioso che ci ha fatti uscire dalla nostra sterile quotidianità per ritornarvi con un Volto nuovo dov? è la gratuità dell?affidarsi che ci spinge a donarci, dov? è la Grazia ricevuta e da donare rendere possibile azioni di grazie e dove l?essere amati si restituisce nell?amore. Con te e in carovana, vogliamo lasciarci stupire ancora come ci siamo lasciati stupire dai testimoni e cambiare dall?ALTRO che ci chi-ama a testimoniare con umile audacia il dono della speranza: c?è sempre un?esperienza di vita incontrata che viene prima di noi e da cui dobbiamo lasciarci incontrare per essere poi testimoni; solo insieme possiamo cambiare per rendere reale l?utopia; solo nella comune-unione saremo dono-per gli altri tenendo gli occhi, le mani e il cuore sempre aperti per agire secondo il Vangelo.

I giovani della carovana nordovest 2004:

Alessandra Cesario, Barbara Mason, Diego Bortolotto, Diego Cassinelli, Federica Romeo, Giulia Ferrari, Ivana Ciapponi, p. Mosè Mora, Marco Ghisoni,p. Rossano Breda, Simone Cappello, p. Stefano Fazion

0 Comments

Leave a reply

©2024 Associazione Promozione Sociale Lucanianet.it - Discesa San Gerardo 23/25 85100 Potenza CF 96037550769 info@lucanianet.it