Sulle promesse fatte in campagna elettorale e poi mai mantenute si potrebbero scrivere interi libri. E’ facile salire sui palchi e indicare, con l’aiuto di un’abile dialettica, le soluzioni per i mille problemi che affliggono la popolazione lucana. Troppo facile.

Nello scorso mese di giugno ci fu un fatto clamoroso, ripreso abbondantemente e acriticamente da qualche sciocco scriba, una svolta epocale nella tortuosa vicenda dell’ospedale unico del lagonegrese. Si ricorderà come l’Assessore regionale della Sanità, Carlo Chiurazzi (Margherita), si sia disturbato a venire fino a Lagonegro per sostenere la candidatura alle provinciali dell’esponente locale del suo partito, Vito DiLascio. Fu così che lo stesso Assessore regionale dichiarò che la gara d’appalto per i lavori del tanto sospirato ospedale unico del lagonegrese si sarebbe fatta entro il mese di luglio…di quest’anno, per intenderci.

Ci siamo. Ecco la bomba mediatica sulla quale poter scommettere un’intera campagna elettorale. Al via i volantini nelle caselle postali dei lagonegresi e l’opera di propaganda effettuata riciclando gli articoli di giornali che, a caratteri cubitali, riprendevano le dichiarazioni miracolate (sempre ad opera dello sciocco scriba!). Tutto funziona alla meraviglia tant’è che il candidato della Margherita, Vito DiLascio, ottiene una performance elettorale straordinaria: 2221 voti.

E luglio, intanto, passò senza…l’acclamata gara d’appalto.

Dunque, un’altra bufala, un’altra presa in giro, un altro "grande bluff". Un’altra dichiarazione di circostanza di chi si è fatto beffa di un’intera collettività, ottenendo un plebiscito d’illusioni. Nessuna critica, per carità, è semplice presa d’atto dei fatti.

Personalmente, sarei stato felice nel riprendere la notizia che la gara d’appalto – così come promesso – si fosse compiuta entro il termine indicato, ma così non è stato.
Adesso che si faccia l’1 Agosto o il 30 Settembre non ha più lo stesso significato, in ogni modo si è detto ciò che non si poteva dire, approfittandosi di una carica di rilievo regionale per sventolare sotto il naso un’illusione, l’ennesima. Non si può parlare di un modello di comportamento per un partito e per una coalizione che, viste le maggioranze bulgare ottenute, non hanno certo bisogno di questi raggiri elettorali. E’ questione, ancora una volta, di eleganza, di correttezza.

E gli "alleati di governo" come avranno affrontato questa mancanza? Forse la calura estiva avrà annebbiato di parecchio i riflessi e le logiche di pensiero dei tanti (e troppi) dirigenti, tanto da non permettergli neanche di fare una riga di denuncia in merito. Tutti in vacanza?

E l’opposizione, invece, come avrà reagito? Il sindaco di centro-destra di Lagonegro, Francesco Costanza, all’indomani dell’annuncio di Chiurazzi, affermò: "Il dottor Carlo Chiurazzi ha ritenuto di dover comunicare tale decisione in una riunione di partito. Ci sembra una forte caduta di stile". Che paroloni! Non c’è che dire, quanto le argomentazioni sono forti. Del resto, si parla di un esponente (Franco Costanza) di un partito – Forza Italia – che alle ultime elezioni provinciali ha votato per il 70 per cento proprio per il candidato della Margherita. Non si può certo pretendere la coerenza da lor signori, figuriamoci l’opposizione.

E se ancora dell’ospedale unico non se ne vede mattone, cosa più certa e che, nel frattempo, sono già avvenuti da parecchie settimane i trasferimenti a Lauria, da Lagonegro, degli uffici, quindi, del personale, del Distretto Sanitario (Commissioni d’invalidità, d’igiene, alimenti e nutrizione, veterinaria, ecc…), in modo da completare la definizione di Distretto di secondo livello, di cui la stessa Lauria è sede.

Questa è l’unica cosa certa, Lagonegro ne esce sconfitta. Grazie, 2221 volte!

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?