I Dipendenti del Parco del Pollino amareggiati per le dichiarazioni del Direttore facente funzioni dell?Ente, continuano lo stato di agitazione nel più alto interesse del parco e del pieno sviluppo sociale ed economico del territorio.

I Dipendenti dell?Ente Parco Nazionale del Pollino si sentono profondamente feriti dall?affermazione del Direttore facente funzione che, qualche giorno fa, aveva dichiarato alla stampa:

??le giuste aspettative di tanti dipendenti non vengano mortificate dai pochi che, per difendere un piccolo orticello personale sbandierano un disagio ed una crisi all?Ente Parco Nazionale del Pollino che oggi non c?è??. ?I lavoratori del parco contestano tale affermazione perché lesiva dell?immagine dei dipendenti dell?ente nonché dei loro diritti ed interessi. Non è lecito minimizzare e banalizzare le rivendicazioni legittime poste dai lavoratori dell?Ente con il sostegno delle Organizzazioni Sindacali Territoriali. I dipendenti ritengono che le proprie aspettative in tema di riorganizzazione, e non solo, sono da ritenersi, per tutti, non soltanto giuste ma anche legittime ed in linea con gli interessi generali pubblici perseguiti dall?Ente. La questione non riguarda, assolutamente, i ?piccoli orticelli personali?, che fino a prova contraria non esistono tra i dipendenti in stato di agitazione, ma il bisogno di svolgere i propri compiti nel più alto interesse del parco e del pieno sviluppo sociale ed economico del territorio?.

(dalla nota sindacale n.2662 del 22.04.04 allegata al comunicato).

I dipendenti intendono ringraziare tutti coloro che, fino ad ora, hanno colto, con estrema sensibilità civile e solidarietà, il difficile momento di disagio umano e professionale che si sta attraversando.


Nota sindacale:

Al Direttore facente funzioni
Ing. Alfredo Allevato

Al Presidente
On. Francesco Fino

Ai componenti del Consiglio Direttivo
Dott. F. Fiore, Prof. V. Teti, Sig. L. Viola, Prof. D. Pierangeli, Dr. G. Graziano, Sig. V. Fittipaldi, Dr. C. Lofiego, Prof.ssa S. Fascetti, Sig. V. Bruno, Dr. G. Marsiglia, Dr. D. Mauro. Ing. B. Schifino.

Al Presidente della Comunità del Parco
Sig. G Palermo

Ai componenti della Comunità del Parco
Presidenti delle Regioni, Presidenti delle Province, Sindaci, Presidenti delle Comunità Montane

Al Ministero dell?Ambiente
On.le Ministro, On.li Sottosegretari, Direttore Generale Protezione della Natura

Agli Organi di stampa
nazionali, di Basilicata e di Calabria
Oggetto: Convocazione della Delegazione trattante per il giorno 03/05/2004

La scrivente R.S.U, nel prendere atto della convocazione della delegazione trattante di parte sindacale per il giorno 03/05/2004, intende precisare quanto segue: con riferimento al documento redatto dalla Direzione dell?ente in data 6 aprile 2004, prot. 2540, i dipendenti si riservano ogni opportuna e dovuta controdeduzione di merito.

Con riferimento, invece, al conseguente comunicato stampa, intendono pronunciarsi, sin da ora, su quanto espresso soprattutto nella parte finale dello stesso. In essa è sostenuto ?In perfetta sintonia con il pensiero del Presidente Francesco Fino, sono immediatamente disponibile a confrontarmi con tutto il personale per l?elaborazione di un piano di riorganizzazione condiviso a patto che le giuste aspettative di tanti dipendenti non vengano mortificate dai pochi che, per difendere un piccolo orticello personale sbandierano un disagio ed una crisi all?Ente Parco Nazionale del Pollino che oggi non c?è?.

La scrivente R.S.U. contesta tale affermazione perché lesiva dell?immagine dei dipendenti dell?ente nonché dei loro diritti ed interessi. Non è lecito minimizzare e banalizzare le rivendicazioni legittime poste dai lavoratori dell?Ente con il sostegno delle Organizzazioni Sindacali Territoriali; I dipendenti ritengono che le proprie aspettative in tema di riorganizzazione, e non solo, sono da ritenersi, per tutti, non soltanto giuste ma anche legittime ed in linea con gli interessi generali pubblici perseguiti dall?Ente. La questione non riguarda, assolutamente, i ?piccoli orticelli personali?, che fino a prova contraria non esistono tra i dipendenti in stato di agitazione, ma il bisogno di svolgere i propri compiti nel più alto interesse del parco e del pieno sviluppo sociale ed economico del territorio.

Al fine di arrivare all?appuntamento del 3 maggio p.v., nel quale debbono essere posti in discussione tutti i punti di cui al documento dei dipendenti in condizioni di maggiore serenità, ritenuta necessaria per rendere il confronto quanto più aperto e proficuo possibile, la R.S.U. impegnerà i dipendenti che abbiano ricevuto, da parte dell?Amministrazione, note aventi ad oggetto questioni riguardanti il rapporto di lavoro, a sospendere ogni risposta alle medesime. Nel contempo chiede alla Direzione che sospenda qualsiasi tipo di comunicazione interna riguardante, sia questioni particolari riferite a singoli dipendenti, sia questioni più generali inerenti le rivendicazioni sindacali oggetto di discussione.


Le R.S.U.
Antonio Calli
Giuseppe Milione

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?