Il presidente della Regione, Filippo Bubbico, il presidente del Consiglio regionale, Vito De Filippo, e l?assessore alla Formazione, Lavoro, Cultura e Sport, Cataldo Collazzo, interverranno domenica 18 aprile a Eboli nel Museo Archeologico nazionale ? Chiostro di San Francesco all?inaugurazione della mostra dal titolo ?La Ruota, la Croce e la Penna?. In esposizione una raccolta di fotografie che l?autore, Antonio Pagnotta, ha dedicato ai luoghi, agli oggetti e ai personaggi del ?Cristo si è fermato ad Eboli? di Carlo Levi, lo scrittore torinese di cui quest?anno ricorre il centenario della nascita. In oltre cento tavole fotografiche ? inedite – in bianco e nero, di grande formato (50 x 60) le immagini dei calanchi e delle case contadine di Aliano (nella foto in alto a sinistra) si avvicendano ai volti dei figli e dei nipoti dei personaggi del libro di Levi. La ricerca di Pagnotta è durata ventidue mesi ed è documentata da quasi quindicimila fotografie, scattate in Italia ma anche negli Stati Uniti sulle tracce dei discendenti dei protagonisti del Cristo.

L?iniziativa ? scrive il giornalista e scrittore meridionalista, Giovanni Russo – ?offre lo spunto a riflettere non solo sui destini di un libro ma sull?evoluzione di un paese legato per sempre a quel libro famoso. Le fotografie di Antonio Pagnotta sono una sorprendente testimonianza di come si possa non solo documentare una realtà ma creare una suggestione letteraria e poetica perché ricostruiscono un?atmosfera che poteva, a giusto titolo, ritenersi svanita e assumono l?autonomia di un saggio: sono in sostanza la continuazione attraverso la fotografia del libro di Carlo Levi, ne costituiscono come poteva accadere nei romanzi a puntate, la puntata che nessuno avrebbe scritto?. Le foto sono accompagnate dalle didascalie di Graziella Salvatore, che ? scrive ancora Russo ? ?sono qualcosa di molto più della semplice spiegazione dell?ambiente o del personaggio ritratto: in realtà sono il racconto di quest?Aliano dei giorni nostri che permettono la comprensione del documento fotografico e aiutano a sentirne la già misteriosa suggestione. E? un racconto attraverso le didascalie che fa pensare al paziente ricamo a cui nelle lunghe serate invernali si dedicavano le donne nel mondo contadino, un ricamo che ci permette di interpretare questa singolare raccolta fotografica come la ricerca proustiana nel senso che si vuole dimostrare che il passato (in questo caso il passato di Aliano e del mondo di Carlo Levi) non è perduto….?

La mostra sarà aperta fino al 28 aprile e si svolge sotto l?alto patronato della Presidenza della Repubblica Italiana, con il Patrocinio della Regione Basilicata, della Provincia di Salerno, del Comune di Eboli, della Regione Campania, della Provincia di Torino, del Comune di Aliano, del Comune di Potenza, del Comune di Matera e della città di New York.

Dopo la mostra, a maggio, le fotografie saranno raccolte in un volume, intitolato appunto ?La ruota, la croce e la penna? ed edito per i tipi Edizioni Mmmac di Paestum, con testi di Nicola Tranfaglia (Università di Torino), Franco Cassano (Università di Bari), Bianca Arcangeli (università di Salerno) e del critico d?arte Gillo Dorfles. La pubblicazione conterrà anche gli interventi di un grande scrittore-viaggiatore americano David Yeadon, del giornalista lucano Mimmo Sammartino, del poeta americano della Beat-generation John Giorno, che di recente ha scoperto di avere le sue radici familiari proprio ad Aliano, e dell?ideatore del progetto, il giornalista-scrittore francese Bruno Birilli.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?