IL GENIO DELLA TRUFFA(Uscita in DVD)
Regia: Ridley Scott. Interpreti: Nicolas Cage, Sam Rockwell, Alison Lohman, Bruce Altman.

Roy è un meticoloso truffatore che si rivolge a uno psicanalista, consigliatogli dal suo socio, per curare una grave agorafobia. Lo psicanalista lo convince ad incontrare ad Angela, figlia che Roy non aveva mai visto, essendosi separato dalla moglie quando quest?ultima era ancora incinta. Conquistato dall?intelligenza della piccola e desideroso di instaurare con lei un rapporto, le rivela il suo mestiere, le insegna i segreti e la coinvolge in un colpo che stravolgerà le esistenze di tutti i partecipanti. Scott torna a dirigere un grande film, pieno di colpi di scena, di colpi alle spalle; un mondo pericoloso dove ci si tradisce, dove si usano le debolezze altrui pur di ingannare qualcuno. In un periodo cinematografico dove la truffa torna di moda vedi: ?Confidence? di James Foley, ?Prova a prendermi? di Steven Spielberg, ?Levity? di Ed Salomon, ?Bandits? di Barry Levinson? quella di Scott è una truffa all?ennesima potenza. Non solo il protagonista è un truffatore, ma sarà a sua volta vittima, e i due ruoli quello di truffatore e vittima saranno sempre interscambiabili. Una truffa porterà alla nascita di un?altra truffa, mentre la prima si evolve, la seconda nasce silenziosamente, entrambe faranno danni moralmente o fisicamente. Gli oggetti anche avranno un ruolo fondamentale nella creazione della più grande delle truffe, ma soprattutto avranno sempre un ruolo e un valore opposto a quello consueto: le pasticche che lo psicanalista prescrive a Roy, gli sguardi e i giochi della piccola Angela, tutto si ritorcerà contro Roy e tutto è stato scelto e voluto da Roy.

BIG FISH (c/o il Cinema Principe di Piemonte a Potenza)
Regia: Tim Burton. Interpreti: Ewan McGregor, Albert Finney, Billy Crudup, Steve Buscemi.

di Arturo De Simone

Siamo in Alabama, Will Bloom vola da Parigi (accompagnato dalla moglie Josephine, incinta) al letto di morte del padre Ed. I due non si parlano da quando Will è convolato a nozze con Josephine. Al capezzale Ed racconta a Josephine le storie che amava raccontare: l?infanzia in Alabama; l?incontro con una strega capace di prevedere la morte di chi la guarda negli occhi; la decisione di cercar fortuna in compagnia di un gigante buono; la scoperta di una città fantasma, popolata da gente felice; gli anni della guerra e degli amori. Prima di morire ha il tempo di rivelare al figlio, già a conoscenza di queste storie, che erano visioni di una realtà incarnata dall?amore della moglie Sandra. Tim Burton, torna a girare una favola, dopo il bello quanto inutile remake ?The Planet of the apes? e lo fa ne migliore dei modi, immettendoci in un mondo incantato e favolistico che accompagna lo spettatore, in bilico tra desiderio di realtà e perdita nella fantasia. Il mondo di Ed è simile a quello di ?Edward Scissorhands?, con il quale condivide non solo il nome, ma anche la vita. Ed vive in un mondo fantastico popolato da personaggi particolari, tra i quali potremo immaginare di incontrare anche Edward; quest?ultimo personaggio favolistico, viveva in una realtà quotidiana, dove avrebbe potuto incontrare anche Ed. Ma i personaggi si differenziano nel carattere, Edward era una figura patetica, emarginata; Ed è un sognatore, innamorato follemente della moglie. Entrambi lasciano un forte segno nelle persone che incontrano: Edward con le sue capacità manuali (o ?sforbiciali?); Ed con il bagaglio di storie e favole raccontate al figlio e alla moglie; entrambi sono allo stesso tempo dei diversi e quindi non sempre apprezzati: Edward dal vicinato, Ed dallo stesso figlio. Ma è proprio la diversità che Burton riesce a raccontare e a delineare perfettamente, ed è per questo che Ed sembra avere qualcosa anche di un altro Ed, Ed Wood. Benché sia un personaggio realmente esistito, possiamo immaginarlo come il regista più adatto a dirigere le fantasie e i sogni di Ed.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?