Il 7 marzo presso la sala consiliare di Scanzano Jonico si è tenuta una manifestazione organizzata dalla Carovana della Pace. Sono intervenuti: il vice sindaco di Rapolla che ha illustrato le ragioni della protesta e della mobilitazione che inducono a sostenere fortemente la soluzione della grande variante e il NO! Al tracciato individuato nel DPR (piccola variante): successivamente il Presedente del Comitato NO-EL che ha ribatito con forza le ragioni e che la protesta andrà fino in fondo.

E’ stata raccolta la solidarietà di molti comuni ed associazioni che hanno garantito la presenza alla manifestazione che si terrà il giorno 11 marzo a Rapolla. Gianni Fabris, uno degli organizzatori nazionali della Carovana della pace ed il Vice Sindaco hanno ufficializzato un coordinamento che partirà con la protesta del giorno 11 a Rapolla e terminerà a Roma, nella manifestazione finale del 20 marzo dove oltre a gridare “NO ALLA GUERRA; NO ALLE SCORIE NUCLEARI” si griderà “NO ALL’ELETTRODOTTO CON LA PICCOLA VARIANTE”.

La Carovana della pace parteciperà attivamente alla preparazione e alla promozione della manifestazione dell’11 marzo 2004 che si terrà a Rapolla. Inoltre ha ufficializzato una sosta a Rampolla il 16 marzo, non prevista nel loro percorso.

U.N.C.E.M. _ Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani
Delegazione Regionale Della Basilicata

Il Presidente regionale dell’Unicem di Basilicata , Michele Petruzzi, esprime solidarietà e sostegno alla lotta dei cittadini di Rapolla e del Vulture-melfese contro il Decreto del Governo Berlusconi che impone la costruzione dell’elettrodotto Matera- Santa Sofia con un tracciato a stretto ridosso di abitazioni, minacciando la salute e la sicurezza dei cittadini.

Più saggio sarebbe stato -afferma Petruzzi- adottare la grande variante così come richiesto dalle Amministrazioni Comunali interessate del Vulture Melfese. Il Presidente regionale dell’Uncem ha concluso la sua dichiarazione invitando tutti i Presidenti delle Comunità Montane della Basilicata a convocare celermente sedute straordinarie di Consigli Comunitari per deliberare ordini del giorno di protesta contro l’inopinata decisione governativa e di solidarietà alle popolazioni del Vulture, giustamente mobilitate per difendere l’inalienabile e sacrosanto diritto alla salute.

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MELFI

OGGETTO: DECRETO PRESIDENTE DELLA REPUBBLLICA 13.02.2004 PUBBLICATO SU G.U. N.47 DEL 26.02.2004

VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Melfi, riunitosi in seduta straordinaria il giorno 08.03.2004 alle ore 12.00,

rilevato

che con D.P.R. del 13.02.2004, avente ad oggetto “Autorizzazione alla costruzione dell’Elettrodotto M.S. Sofia” è stata autorizzata la costruzione e messa in esercizio del detto elettrodotto;

rilevato altresì

che per via della detta autorizzazione si è levata generale protesta dei cittadini e delle istituzioni:

si associa alla protesta e all’indignazione espresse dagli Enti Locali, Autorità Istituzionali, organizzazioni sindacali, partiti politici ed associazioni, nonché della popolazione tutta, in quanto il prefatto provvedimento si appalesa prima facie incostituzionale, e perché viola le attribuzioni Stato-Regione, e perché viola il diritto alla salute dei cittadini; si impegna ad assicurare ogni tipo di sostegno possibile al fine di pervenire alla revoca del D.P.R. de quo; esprime il più incondizionato dissenso alla scelta operata e totale solidarietà a tutta la popolazione interessata, che già da alcuni giorni sta manifestando corali contrarietà ed opposizione; aderisce allo sciopero generale proclamato dall’Unità di Crisi istituita dal Comune di Rapolla per il giorno 11.03.2004

invita

tutti gli iscritti, i Magistrati del circondario di Melfi, togati e non, i funzionari e personale di cancelleria del Tribunale e degli altri Uffici Giudiziari, ad astenersi per la detta data da ogni attività di udienza e di ufficio, partecipando alla manifestazione; indice per Lunedì 15.03.2004 ore 10.00 l’assemblea straordinaria degli iscritti, da tenersi nell’Aula Magna del Tribunale, perché deliberi sulle iniziative da adottare in relazione all’esito della riunione Regione-Governo- Enti LOcali fissata a Roma per il giorno 11.03.2004;

dispone

che il presente deliberato sia trasmesso a tutti gli organi di informazione, alle istituzioni locali, provinciali e regionali, a tutti gli uffici giudiziari del circondario, ai C.O.F. di Potenza, Matera e Lagonegro.

Il Presidente
Avv: Raffaele Caggiano

il Segretario f.f.
Avv: Maria Patrizia Cappa

Siti Web di Riferimento:

http://www.unitadicrisi.da.ru (mi hanno comunicato di contattarli se l?url da problemi)

Home


http://www.soslucania.org
http://www.gingen.it

Posta elettronica:

infounitadicrisi@libero.it
infounitadicrisi@yahoo.it
magazzino@lucanianet.it
info@soslucania.org
mail.ginger@tin.it

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?