?NON SI DEVE ESSERE PER FORZA CROCIATI CONTRO L?EOLICO?

Non mi è chiaro cosa intende provare Bolognetti divulgando il contenuto di una lettera che ho inviato mesi addietro all?Amministratore della Fri-El Spa, società appartenente all?Anev(Associazione Nazionale Energia del Vento).

Con la quale associazione, Legambiente intrattiene frequenti rapporti dovuti al Protocollo d?intesa sottoscritto nel 2002 per la promozione dell?eolico di qualità in Italia. Niente di nuovo sotto al sole. Non è la prima volta(infatti sono anni) che intratteniamo anche in regione rapporti con le società che si occupano di eolico. Così come con tutte quelle aziende che, grazie a intese raggiunte con Legambiente, si stanno impegnando ? nei diversi settori dell?economia ? a produrre ?pulito?.

A parte la legittimità nel divulgare una lettera ?privata? ? responsabilità di cui Bolognetti dovrà dar conto ? che, evidentemente, fa parte della sfera dei rapporti che Legambiente intrattiene liberamente con chi ritiene, ciò che è riprovevole ? e francamente spiace ? è l?affanno con cui Bolognetti vorrebbe dimostrare che Legambiente ha costituito una ?lobby?(in America le lobby sono segno tangibile di democrazia) con la FRi-El.

Oltre al fatto di esercitare un disgustoso e calunnioso tentativo di colpevolizzare la mia associazione, solo per il fatto di essere apertamente sostenitrice dell?eolico anche in Basilicata. Cosa, ripeto, che abbiamo sempre fatto alla luce del sole. E che riteniamo vada ancora fatto, a fianco delle società e degli operatori, affinché ci sia veramente sviluppo pulito e di qualità anche in Basilicata(altro che palificare l?Appennino lucano). Ci meraviglia(ma forse, non lo conosciamo abbastanza) che Bolognetti si scagli con tanta velenosità contro di me e contro Legambiente.

Forse che Legambiente non ha il diritto di sostenere le fonti rinnovabili, e quindi l?eolico, soprattutto favorendone l?applicazione (tra l?altro regolamentata e in armonia con il territorio) in Basilicata? O il ?libertario e liberale? Bolognetti, disprezzando ogni fondamentale regola di democrazia, nega a Legambiente il sacrosanto esercizio di organizzare sul territorio quelle condizioni favorevoli all?eolico, anche insieme alle società che lo realizzano e coinvolgendo le comunità che ne ospitano gli impianti? O bisogna per forza essere come vorrebbe Bolognetti: crociati contro le ?mostruosità? dell?eolico, ciechi avversari del nemico invasore? Salvo poi dirsi favorevoli all?energia pulita(si!) Se Bolognetti fosse stato più rispettoso delle prerogative altrui e meno litigioso saremmo riusciti ad interloquire su diversi punti. Anche restando di opinioni opposte.

In fondo noi ? che abbiamo fondato il Kioto Club e con il WWF e Geenpeace abbiamo creato a livello nazionale l?Osservatorio sulle Energie rinnovabili ? ci battiamo per un mondo più pulito, per le fonti rinnovabili, tra cui l?eolico, e per un contratto mondiale dell?energia che riduca sprechi, anche a partire dai territori locali, e si batta per la riduzione dei cambiamenti climatici, fonte di impoverimento dei paesi sottosviluppati. Cosa invece faccia Bolognetti, lo abbiamo capito: affidare all?offesa e all?oltraggio degli altri le sue anacronistiche campagne contro i ?mulini a vento?. Rendendo un bel servizio alla ?lobby? del petrolio, del carbone e del nucleare, ancora forte in Italia.

Da “La Nuova Basilicata” del 10/02/2004

(*) Dirigente Nazionale Legambiente

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?