IL SEGRETARIO REGIONALE DEI DS, VINCENZO FOLINO, HA RILASCIATO LA SEGUENTE DICHIARAZIONE SULLA REVOCA DELL?ASSESSORE STRAZIUSO E SUL DELIBERATO DELLA DIREZIONE DELLA MARGHERITA:

?La vicenda che è all?origine della decisione del Presidente della Regione attiene essenzialmente alle competenze ed alle relazioni interne alla Giunta. Dell?efficienza e della correttezza dell?azione amministrativa risponde il governo regionale e, in primo luogo, il suo Presidente.

Io penso che la rigorosa difesa di una linea di confine tra politica ed amministrazione non possa essere messa in discussione da nessuno e ritengo che i partiti debbano semplicemente pretendere il massimo rispetto delle regole e dei doveri connessi alla gestione dei pubblici interessi.

Ed è esattamente quello che dal Presidente della Regione, dalla Giunta regionale, come da tutti quelli che sono investiti delle principali responsabilità istituzionali, si aspettano i cittadini lucani.

I DS non condividono la drammatizzazione politica che la Direzione regionale della Margherita propone di tale vicenda, tuttavia non si sottrarranno alla pressante richiesta di un chiarimento politico all?interno della coalizione e, come sempre, non mancheranno di lavorare perché prevalgano la responsabilità e la ragionevolezza.

Il centro-sinistra lucano è uscito, appena qualche settimana fa, da una lunga verifica politico-programmatica promossa appunto dalla Margherita e credo non si possa consentire nessun rallentamento nell?attuazione dei rilevanti impegni programmatici che ne sono scaturiti.

Per la verità, credo che questa preoccupazione sia pienamente condivisa da tutte le forze della coalizione, a cominciare dalla stessa Margherita, ed ho fiducia che da questo chiarimento l?alleanza uscirà rafforzata, con buona pace dei tifosi accaniti e degli inguaribili nostalgici del neocentrismo?.

DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE, FILIPPO BUBBICO, SULLA REVOCA DELL?INCARICO ALL?ASSESSORE STRAZIUSO

Il presidente della Regione Basilicata, Filippo Bubbico, ha rilasciato oggi la seguente dichiarazione:

?Credo si comprenderà il vivo rammarico e l?enorme disagio che mi ha procurato il dover assumere una decisione così drastica, anche per i risvolti attinenti alle relazioni di carattere personale.

Ho dovuto tuttavia assumere quella decisione dolorosa – e mi è sinceramente dispiaciuto che essa abbia investito una figura rispettabile come l?assessore Straziuso – per difendere e tenere in vita i principi di correttezza e di lealtà, che sono alla base della collegialità e corresponsabilità dell?esecutivo.

Sottolineo che all?origine dell?atto di revoca non v?è nessun intendimento e nessun significato politico, perché nella vicenda non c?entrano i partiti e la politica: c?entra soltanto l?amministrazione e la buona amministrazione.

Di essa, soprattutto, è personalmente garante il presidente della Regione, e i cittadini lucani sappiano che essa non sarà mai oggetto di alcuna incertezza e di alcun accomodamento.

Naturalmente non posso, né intendo ignorare le posizioni e valutazioni delle componenti politiche dell?alleanza, tanto più di una componente rilevante come la Margherita, che ha assicurato ed assicura un apporto essenziale al governo delle istituzioni.

Mi auguro che il chiarimento politico all?interno della maggioranza possa rapidamente dissolvere l?asprezza di talune reazioni e non recare pregiudizio alla stabilità istituzionale, alla continuità amministrativa ed alla piena operatività programmatica del governo regionale?.

CRISI REGIONALE: L’ITALIA DEI VALORI APPROVA UN DOCUMENTO

Al termine dei lavori l?Assemblea Regionale dei quadri dirigenti l?Italia dei Valori di Basilicata, dopo aver discusso della organizzazione delle prossime elezioni europee ed amministrative,
ha approvato il seguente documento in merito alla crisi regionale
.

?L?Italia dei Valori di Basilicata ritiene che l?attuale crisi, aperta alla Regione a seguito della revoca della delega all?assessore Straziuso da parte del Presidente Bubbico ed il conseguente, comprensibile ritiro della delegazione della Margherita, debba concludersi prima di avviare in Consiglio Regionale il dibattito per la approvazione del nuovo Statuto della Regione Basilicata. Le divisioni devono essere affrontate e superate con immediatezza per avere una maggioranza sempre più coesa e all?altezza dei compiti che il difficile momento politico-economico del nostro Paese impone.
Il centro sinistra deve saper ritrovare tutti i valori di unità e lealtà per rafforzare ancora maggiormente il progetto di sviluppo del territorio al fine di migliorare in modo diffuso la qualità della vita della nostra gente.

E? quindi necessario un esecutivo completo per affrontare le sfide che vengono poste dalla società e per fare i conti con il progetto di devolution che il governo Bossi-Berlusconi si appresta a varare e che deve essere combattuto con ogni energia dalle forze di opposizione fino a respingerlo con il referendum.
L?Italia dei Valori riafferma una posizione di equilibrio e di responsabilità ed è disponibile ad essere collante politico e progettuale di una coalizione che non ha alternative in questa regione. Il centrosinistra deve difendere con orgoglio le ragioni della sua azione politica impegnando tutte le sue migliori energie nel governo della regione e dando pari dignità ai partiti della coalizione pur nel rispetto della loro diversa consistenza elettorale.

Il centrosinistra, contrariamente alla Casa delle Libertà, non può essere considerato una società per azioni dove l?azionista di riferimento comanda su tutto e su tutti, ma deve ritornare ad essere un punto di incontro di sensibilità diverse dove le scelte devono essere sempre condivise e di qualità?.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?