Eccellenza: Il Genzano e la terna arbitrale battono il Pisticci

Risultato finale: Pisticci-Genzano 1?2
Reti: Buttazzoni 1? e 42?, Montemurro 83?

Il Genzano tutto argentino di mister Nolè passa con il risultato di 2-1 sul campo del Pisticci ed inanella il nono successo consecutivo mantenendo così gli otto punti di distanza dalla capolista Lavello, vittoriosa così come tutte altre contendenti al titolo.

Superiore per tasso tecnico e per quanto mostrato in campo nei novanta minuti di gioco, la compagine ospite ha sfruttato al meglio anche la giornata decisamente negativa della terna arbitrale (arbitro Casaletto di Moliterno, collaboratori Fantini e Frangione), le cui decisioni hanno condizionato in maniera determinante il risultato finale, consegnando in pratica i tre punti alla squadra potentina.

Basta un minuto per smuovere lo score e scaldare gli animi del ?Michetti?: un tiro da fuori di Buttazzoni, servito da una ribattuta corta di Manolio, colpisce il palo e poi viene spazzato da Albano. L?arbitro, su segnalazione del suo assistente, assegna il gol in quanto la palla avrebbe superato la linea di porta. Forti nell?occasione le proteste della squadra di mister D?Ascanio in quanto l?intervento di Albano è apparso sulla linea.

Il Pisticci, dalla sua, era sceso in campo con grande forza di volontà, consapevole delle qualità dell?avversario, che comunque oggi non ha deliziato più di tanto, e privo del suo uomo simbolo Omar Mels, nonché dell?esterno Lavecchia, che non tornerà in campo prima della prossima stagione a causa di un infortunio ai legamenti del ginocchio destro. Sotto di un gol molto dubbio già in apertura di gara, il Pisticci si è trovato di fronte una gatta molto grossa da pelare. Al 23?, poi, a completare la giornata storta dei gialloblè ci pensava l?infortunio di Gallitelli (dalle entità non gravi), unico centrocampista dai piedi buoni rimasto a disposizione del tecnico.

Dulcis in fundo il colpo di grazie affondato dal carnevalesco terzetto arbitrale nel fianco del Pisticci: al 40? Montemurro s?inseriva bene sul secondo palo ed impattava di testa realizzando il regolarissimo gol del pareggio. Non era della stessa idea il segnalinee che, a rete siglata, alzava la bandierina indicando un fuorigioco inesistente.

Fasi concitate sul finire della prima frazione quando la tifoseria locale invadeva il campo di gioco, dopo che, al 42? Buttazzoni aveva raddoppiato con un tiro rasoterra dal limite non certo irresistibile.

Nella ripresa è venuta fuori una gara abbastanza noiosa, dove il Genzano si è limitato a controllare ed il Pisticci ha provato, per lo più invano, a costruire gioco ed a proporsi in avanti. Gli sforzi della generosa squadra di D?Ascanio erano raccolti all?83? quando Montemurro, con una bella azione personale, riusciva a dimezzare lo svantaggio. A tempo scaduto il signor Casaletto, che aveva chiuso la prima frazione senza concedere recupero nonostante i ritardi accumulati per via dell?invasione, pensava bene di concedere solo tre minuti extra, completando la sua ubriacante conduzione di gara.

Alla fine del match il presidente del Pisticci Antonio D?Angella non ha usato mezzi termini per definire la prestazione delle giacchette nere: ?l?arbitraggio, relativamente a tutta la terna, ha fatto inequivocabilmente schifo?. Poi D?Angella ha reso noto di aver ?consegnato all?arbitro, prima della partita, una istanza in cui si chiede di verificare la corretta identità dei giocatori argentini (ben 12 .n.d.r.) del Genzano?.

Promozione: Un pari senza acuti tra Marconia e Montescaglioso

Risultato finale: Montescaglioso-Marconia 0-0

Brutta partita caratterizzata da un batti e ribatti che non ha sortito nulla per nessuna delle due contendenti, che hanno soltanto messo in luce un gioco mediocre ed una serie di clamorosi errori.

Alle squadre si è poi aggiunto anche l’arbitro che, per non essere da meno dei giocatori, ha finito con le sue discutibili valutazioni per innervosire tutti. Tanto che, in una partita senza emozioni, ha espulso l’allenatore montese Cicorella ed ha ammonito mezza dozzina di giocatori da una parte e dall’altra. Ma arbitro a parte chi deve recitare il mea culpa è il Montescaglioso che, ancora una volta, ha perduto l’occasione per tornare alla vittoria ed uscire da una zona in classifica che cominicia a farsi preoccupante.

Il Marconia era alla sua portata, almeno per quello che ha fatto vedere, ma Mangia, Agatiello, Franco hanno fatto a gara a chi sbagliava di più sotto porta. Unica nota positiva, l’esordio tra i locali del sedicenne Andrisani che ha dimostrato di avere tutti i numeri e la tecnica per poter aspirare ad un posto permanente in prima squadra.

Promozione: Il Ferrandina in grande spolvero non perdona

Risultato finale: Ferrandina-Miglionico 3-0
Reti: Tolomeo (rig) 27?, Benedetto 46?, Montenegro 55?

Il Ferrandina di questi tempi non fa sconti a nessuno. Con una prestazione convincente fa fuori il Miglionico e si conferma alla guida solitaria della classifica di promozione.

Nulla ha potuto la squadra ospite guidata da mister Paterino, che, seppur forte di una partenza convincente e gagliarda, alla fina è andata a sbattere contro la corazzata aragonese, sempre più concreta e spietata. Sceso in campo senza la verve necessaria per fronteggiare una compagine ben disposta come il Miglionico, orfana tra l’altro del bomber Tataranni, l?undici rossoblu ha dato vita, in effetti, ad un primo tempo piuttosto opaco.

La prima vera occasione per sbloccare il risultato è stata prodotta dalla squadra ospite al 19?, sugli sviluppi di un tiro d?angolo, con Burgi che, a portiere battuto, sfiora clamorosamente la traversa. Ma a passare in vantaggio, alla prima occasione utile, sono i padroni di casa. Al 27? Grieco, messo in posizione di tiro da un illuminante Montenegro, viene ingenuamente tirato giù in area. E? rigore. Ancora una volta a incaricarsi del tiro dal dischetto Tolomeo che non sbaglia. Poi, nessuno spunto interessante fino alla fine della frazione.

Tutt?altra musica, invece, nella ripresa, che vede il match salire di tono. A dare la sveglia è una punizione di Burgi al 2?, ma ancora una volta a fare la differenza è il Ferrandina che al 10? trova il raddoppio con il solito Montenegro. Il Miglionico tenta di reagire come può, al 13? con un tiro insidioso di Paterino e al 18? con uno splendido Di Pede, a cui Maddalo è bravo a negare la gioia del gol. Poi, è un dominio rossoblu.

A inaugurare il festival delle occasioni mancate al 22? un bolide di Tolomeo, deviato in corner. Lo segue Benedetto che, al 31?, conclude di un soffio alto un lezioso pallonetto. Al 39? a graziare Stella, invece, è Bisogno M con un diagonale terminato di poco a lato. A mancare ancora l?appuntamento con il gol al 41? Benedetto, seguito a ruota al 44? dal neo entrato Potenza. Ma al 46? un generoso Montenegro, dopo aver dato scacco all?intera difesa, da palla a Benedetto che, questa volta, non perdona.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?