La Giunta Regionale di Basilicata ha approvato, nella seduta dello scorso 15 dicembre, il disegno di legge riguardante ?Norme di tutela per l?inquinamento da rumore e per la valorizzazione acustica degli ambienti naturali?. Il provvedimento va a colmare la lacuna normativa individuata dall?emanazione della legge quadro sull?inquinamento acustico n.447 del 26 ottobre 1995.

A darne notizia, l?Assessore all?Ambiente e Territorio, Erminio Restaino, secondo il quale ?la finalità primaria e sicuramente originale, rispetto agli altri provvedimenti legislativi emanati dalle altre regioni d?Italia, sta nella particolare attenzione mirata alla valorizzazione degli ambienti naturali della nostra regione?. Obiettivo che nella realtà si applica attraverso una serie di provvedimenti e di azioni finalizzati principalmente alla ?protezione e all?esaltazione delle condizioni ambientali naturalmente preservate dagli interventi umani?. Non a caso il disegno di legge prevede la possibilità per i comuni di ricomprendere porzioni del loro territorio nell?ambito di sei possibili sottoclassi così da individuare, con criteri di priorità differenti, quelle che ?meritano di essere ulteriormente tutelate e valorizzate?.

La prima parte del provvedimento normativo è dedicata, nello specifico, alla prevenzione dall?inquinamento acustico. Tale finalità sarà attuata attraverso la classificazione del territorio ?in zone?, a ciascuna delle quali sono assegnati specifici valori ?limite? di emissione ed immissione, nonché criteri di attenzione e di qualità. Ciascun comune avrà la facoltà di predisporre la propria classificazione nel rispetto, va sottolineato, di alcuni parametri tecnici definiti dalla stessa regione. ?La classificazione acustica?, secondo il testo vagliato dalla Giunta Regionale, ?è approvata dai comuni?, ai quali è concesso un termine ?perentorio? fissato in 12 mesi dall?entrata in vigore della legge. Decorso tale termine ?la Giunta esercita i poteri sostitutivi?, attraverso un iter procedurale che prevede la partecipazione sia dell?Agenzia Regionale per la Protezione dell?Ambiente (ARPAB), sia dei comuni confinanti.

Diversi gli strumenti di prevenzione contenuti nel testo, tra cui: la ?Previsione di Impatto Acustico?, inserita nell?ambito della Valutazione di Impatto Ambientale rispetto ad opere che producono alti livelli di rumore (aeroporti, autostrade, discoteche, attività produttive) e la ?Valutazione Previsionale di Clima Acustico? che consiste, invece, nella redazione di uno studio riguardante i livelli di tale inquinamento in occasione della realizzazione di insediamenti considerati particolarmente sensibili come scuole, ospedali, case di cura etc.

Una specifica sezione della legge detta, inoltre, i criteri a cui devono attenersi i comuni per il rilascio delle autorizzazioni allo svolgimento di attività ?rumorose? o ?sensibili al rumore?, nonché per l?esercizio di quelle a carattere ?temporaneo?. Previste, infine, attività volte al risanamento dall?inquinamento acustico attraverso la predisposizione di appositi piani comunali e regionali.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?