Il Movimento Azzurro è un?associazione ONLUS, con sede sociale a Roma e riconosciuta dallo Stato ai sensi della Legge 349/86. Essa ha come finalità la tutela ambientale, mediante l?attuazione di principi cristiani. A tal proposito l?organismo volontario di prefigge di ricercare un equilibrio tra natura e sviluppo, mediante le proposte formulate dalle differenti ecosezioni italiane, quella potentina è situata in Largo Pisacane, 17. I soci, pertanto, si adoperano esercitando controlli territoriali, opere di prevenzione mirata alla salvaguardia e tutela ambientale e proposte ad amministrazioni locali e cittadini per realizzare forme di sviluppo sostenibile, affinché il progresso sia un mezzo per realizzare la democrazia civile all?interno delle società moderne.

Tra i principi dello statuto, una sorta di 10 comandamenti cristiani e ambientalisti, si scopre:

1. Sii uomo nel creato, fratello fra i fratelli;
2. Abbraccia tutto il creato con amore e devozione;
3. Ti è affidata la Terra come giardino, reggila con sapienza;
4. Abbi cura dell?uomo, dell?animale, delle erbe, dell?aria, dell?acqua, per amor tuo e perché la Terra non ne resti priva;
5. Usa le cose con parsimonia, in quanto la dissipazione non ha futuro;
6. T?è dato il compito di svelare il mistero del cibo: perché la vita si nutra dalla vita;
7. Sciogli il nodo della violenza, per comprendere quali siano le leggi dell?esistere;
8. Ricorda che il Creato non riflette solo la tua immagine, ma di Dio altissimo porta la significazione;
9. Quando tagli l?albero lascia un virgulto, affinché la sua vita non venga troncata;
10. Cammina con riverenza sulla pietra, poiché ogni cosa ha il suo valore.

Da tali assiomi si evince che l?ambiente è la base per garantire un?ottimale qualità della vita individuale nelle società del III millennio. L?uomo è visto come un amministratore del patrimonio comune del mondo intero, con una responsabilità prima individuale e poi collettiva, di tutti gli elementi del creato, in quanto all?uomo stesso è affidata la capacità di influire e modificare gli equilibri del pianeta. Tale discorso è diretto soprattutto alle autorità politiche, le quali gestiscono le leve del potere. Esse, a parere dei membri dell?associazione, dovrebbero agire a tutela delle generazioni future, in quanto la persona è al centro dell?habitat e, salvaguardando l?ambiente circostante, è possibile tutelare il mondo e i suoi abitanti.

L?associazione cerca di mostrare le tecniche per conciliare sviluppo economico-tecnico con ecologia, affinché i concetti enunciati non siano solo parole astratte. Movimento Azzurro, in contempo, ricerca i possibili connubi tra etica e scienza, in modo da educare la coscienza umana, in quanto attraverso la conoscenza della perfezione dell?ambiente si impara ad amarlo e rispettarlo, come insegnava San Francesco d?Assisi e come ricordano gli iscritti all?associazione. Se per ambiente, inoltre, si intende anche il lavoro, la produzione o l?educazione, allora si comprende che tale associazione intende salvaguardare e tutelare ogni sezione della vita civile.
Le varie sezioni locali tendono all?attuazione di tale modello teorico, in modo da partecipare alla realizzazione di un mondo migliore.

Le associazioni che perseguono tale fine sono molteplici, ciò vuol dire che nell?universo sono tante le persone sofferenti e gli ambienti depauperati, dunque se ognuno si prefiggesse l?obiettivo di rendere più vivibile la parte di pianeta in cui è collocato, forse è davvero possibile migliorare la vita nel mondo.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?