Il governo fa marcia indietro sull’imprenditoria giovanile e riapre i cordoni della borsa per 28 nuove imprese giovanili, con oltre 29,2 milioni di euro di investimenti previsti e un numero di addetti di 350 unità.

Sono questi i numeri che caratterizzano il rilancio delle attività di Sviluppo Italia per la creazione di nuove imprese giovanili. Nelle scorse settimane sono stati stipulati i contratti di concessione delle agevolazioni per le prime 10 imprese che lo scorso anno avevano interrotto il percorso di creazione di impresa alla fase di progettazione esecutiva, dopo un anno di blocco totale dovuto alla constatazione di un esubero di impegni assunti nel 2001 per 650 milioni di euro a favore principalmente del prestito d?onore.

Le altre 18 imprese giovanili sono state convocate per il 29 maggio prossimo per la stipula dei contratti. Le 28 aziende sono ubicate principalmente nel Mezzogiorno e finanziate grazie al D. Lgs. 185/00, il decreto che ha messo ordine nella giungla delle agevolazioni all’imprenditoria giovanile e che regolamenta la concessione di incentivi per la creazione di imprese giovanili, prestito d?onore, microimpresa e franchising.

Proprio con l?obiettivo di dedicarsi meglio alle specifiche esigenze di diverse tipologie di utenti totalmente diverse (i giovani imprenditori per l?autoimprenditorialità e i disoccupati per l?autoimpiego), è recentissima la decisione di Sviluppo Italia di costituire al suo interno un?area esclusivamente dedicata alle imprese giovanili. Solo così sarà possibile offrire un sostegno adeguato e altamente professionale, a tutti quei progetti imprenditoriali che si riveleranno ben strutturati e con buone prospettive di crescita occupazionale.

L?impegno del Governo nel rifinanziare gli strumenti per autoimprenditorialità e autoimpiego si è concretizzato nella ripartizione delle risorse, deliberata del CIPE lo scorso 9 maggio, che ha assegnato 1050 milioni di euro alle misure agevolative previste dal D.Lgs 185/2000 per il triennio 2003-2005. Sviluppo Italia potrà quindi riavvia la valutazione degli oltre 500 progetti di imprese giovanili e delle 70.000 domande presentate da parte di aspiranti imprenditori (quasi tutti prestiti d?onore), che saranno analizzate con le nuove procedure che Sviluppo Italia e il Ministero dell?Economia e delle Finanze hanno elaborato per l?accesso alle agevolazioni.

Una attenzione particolare verrà dedicata da Sviluppo Italia alle modalità di valutazione delle domande di finanziamento delle imprese giovanili, con l?obiettivo di scongiurare i numerosi casi, verificatisi in passato, di inadempienza nella restituzione dei mutui agevolati.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?