Il complesso si compone della chiesa la cui esistenza è documentata fin
dal 1145, e del convento ad essa annesso.

La chiesa ha forma basilicale con tre navate scandite da pilastri
in pietra a sezione quadrata sormontati da archi a tutto sesto; la copertura,
ricostruita recentemente, è realizzata con capriate lignee a vista e con
semplice orditura sulle navate laterali; tracce del controsoffitto intarsiato
che mascherava l’originaria copertura sono rintracciabili in alcune parti
delle navate laterali.

Notevoli i due portali romanici in pietra, ubicati uno sulla facciata
principale, l’altro su quella laterale nord. Essi sono attribuiti all’architetto
Melchiorre da Montalbano,
per le evidenti analogie con il portale della chiesa di S. Michele di
Marsico Nuovo.

Elemento rilevante è la statua lignea dorata custodita nella chiesa,
raffigurante una Madonna con Bambino, opera del X N secolo,
in cui la regalità del Bambino in posizione quasi centrale sul grembo
della Madonna che siede austera su un trono con cuscino tondeggiante,
figura tipica della iconografia tardobizantina, non trova riscontro in
altre Vergini con Bambino presenti in Basilicata.

Con l’avvento dei francescani alla fine del XVI secolo furono apportate
notevoli modifiche all’edificio monastico; interesante il chiostro, con
pozzo sormontato da colonne e capitelli trecenteschi, circondato sui quattro
lati del piano terra da un porticato con archi e pilastri e coperto da
volte a botte affrescae, in cui sono riportate scene della vita di S.
Antonio e di San Francesco; il ciclo degli affreschi fu probabilmente
eseguito tra il XVII e il XVIII secolo da un autore locale, di cui non
si hanno notizie archivistiche, allo scopo di rendere nota la dottrina
dei fondatori dell’Ordine francescano attraverso la rappresentazioe degli
eventi e delle storie dei Santi.

0 Comments

Leave a reply

©2024 Associazione Promozione Sociale Lucanianet.it - Discesa San Gerardo 23/25 85100 Potenza CF 96037550769 info@lucanianet.it