LA COMUNITA’ MONTANA ATTIVA IL II FORUM DI “COM. E.T.A.” – AGENDA 21 LOCALE:
LA PARTECIPAZIONE ELEMENTO CHIAVE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO
Il 25 e 26 ottobre, a Lauria, si svolgerà il laboratorio di simulazione per la progettazione partecipata. Il significato, i protagonisti, gli obiettivi

Proseguono i lavori del Forum ?COM.E.T.A.? nell?ambito del progetto Agenda 21 Locale della Comunità Montana Lagonegrese, promosso dallo stesso Ente in collaborazione con tutti i Comuni dell?area, istituitosi il 31 maggio scorso a Maratea. Il primo appuntamento è stato dedicato alla presentazione e alla discussione del percorso metodologico, degli obiettivi dell?attività di Forum, ed alla presentazione delle iniziative che parallelamente sono state attivate o si intende attivare. Il secondo incontro, avvia la fase attuativa degli obbiettivi preposti dal percorso progettuale di Agenda 21 Locale, ossia la volontà di ?perseguire la sostenibilità a livello locale attraverso la definizione di strategie?, mirate all?attivazione di processi partecipativi che riescano a coinvolgere attivamente tutta la cittadinanza.
In questo secondo incontro che si terrà a Lauria (Potenza), presso l?hotel ?Isola di Lauria?, i giorni 25 e 26 ottobre p.v., è previsto un laboratorio di simulazione per la progettazione partecipata, sotto forma di workshop, secondo la metodologia ?European Awareness Scenario Workshop? della Commissione Europea.
Nella due giorni si confronteranno, in tavoli tematici ed in sessioni plenarie, 5 ?gruppi di interesse? ovvero Amministratori, Tecnici, Imprenditori, Associazioni/Residenti, Formatori e Comunicatori, selezionati dal coordinamento di progetto grazie alla collaborazione di tutti i Sindaci della Comunità Montana e fra i soggetti  che hanno manifestato, sia in fase di presentazione del progetto che aderendo ai lavori del primo Forum, l’interesse a prendere parte al processo di Agenda21 Locale.
Al fine di potenziare il processo partecipativo e predisporre lo ?scenario zero? dal quale partirà il laboratorio,  il gruppo di coordinamento – composto dall?Architetto Mina Piazzo, dall?agronomo Alessandro Gianicolo e dalla pedagogista Guendalina Armenti –  ha proposto un?intervista a tutti i primi cittadini del Lagonegrese ed al gruppo di formatori referenti dell?Agenda 21 Locale, volta a ?raccogliere?  punti di forza e punti di debolezza del territorio, obiettivi prioritari, aspettative, punti di forza e di debolezza rispetto al processo di Agenda 21 Locale. Dall?analisi dei risultati emerge la consapevolezza diffusa delle potenzialità ambientali  del nostro territorio, la necessità di fare ?rete? sia attraverso infrastrutture materiali che immateriali e la tensione verso la riqualificazione dell?esistente – dai centri storici alle aree protette – . I Sindaci come i formatori,  hanno posto come  obbiettivi prioritari il miglioramento della rete viaria, la creazione di opportunità di lavoro per i giovani riducendo sia il lavoro nero che il fenomeno dello spopolamento, il miglioramento delle aree destinate agli insediamenti di piccole e medie imprese, delle strutture ricettive.

L?accento è stato posto inoltre, sul recupero dei valori di legalità e uguaglianza dei cittadini, la valorizzazione dei prodotti agroalimentari, passando attraverso forme qualificate di sostegno formativo ad ogni iniziativa imprenditoriale e culturale,  nonché il rafforzamento delle autonomie locali ??che sono le sole a conoscere nei minimi particolari tutte le esigenze e le istanze che provengono dal territorio, in modo da poter attuare una programmazione equilibrata, sostenibile e durevole?.

Interessanti sono anche le aspettative che gli intervistati  hanno rispetto all?Agenda 21 Locale: c?è chi vede in questo processo lo strumento di attuare linee di sviluppo,  in termini di programmazione, comuni all?area ( in particolare i Sindaci di Castelluccio Inferiore – Egidio Altieri – di Maratea – Giuseppe Schettini, di Nemoli – Mimmo Carlomagno anche nella veste di Presidente della CML, di Lauria – Marcello Pittella, il Sindaco di Rotonda – Carlo Tarantino – e di Castelsaraceno – Domenico Muscolino, cui fanno eco i referenti dell?Istituto Superiore ?F. De Sarlo? e dell?Istituto Alberghiero di Maratea – rispettivamente Gerardo Melchionda e Gabriele Nicodemo).
C?è chi nutre delle aspettative legate soprattutto all?Agenda 21 quale strumento educativo volto alla promozione di una cittadinanza attiva – come sostengono il Sindaco di Episcopia – Antonio Iannibelli – il Sindaco di Latronico – Egidio Ponzo – , il Sindaco di Rivello – Antonio Manfredelli – , e i docenti Anna Teresa Iannini dell? IPAA, Giovanni De Noia dell?APOF, Rosa Di Tomaso, responsabile del CCR ragazzi di Rotonda. Ulteriori aspettative, legate in particolar modo alla possibilità, attraverso agenda 21 Locale di sviluppare l?imprenditorialità nel territorio sono quelle dei Sindaci di Trecchina – Corrado Morelli – e di Castelluccio Superiore – Giovanni Ruggero – . Elemento di sintesi di tale percorso è il parere del Sindaco di Lagonegro – Francesco Costanza – il quale auspica il raggiungimento del 50% degli obiettivi che ?COM.E.T.A.? si prefigge.

Per ciò che concerne i punti di forza ed i punti di debolezza della metodologia di Agenda 21 Locale vogliamo segnalare che tutti gli  intervistati vedono quali punti di forza l?attivazione di processi concertativo-partecipati e la realizzazione dello sviluppo ?dal basso?  che consente la costruzione di soluzioni comuni, condivise e controllate da tutti gli attori della comunità per un concreta crescita armonica del territorio. I punti di debolezza sono da rintracciarsi per alcuni nei tempi ?troppo lunghi? del processo, per altri consistono nella scarsa penetrazione delle informazioni presso la cittadinanza con la conseguenza di una scarsa partecipazione alle attività, altri ancora propongono una intensificazione delle attività anche attraverso l?uso di nuovi strumenti da innestare in quelli messi a disposizione dal progetto.

Ma quali sono gli obiettivi di questo II incontro di Forum?
Lo abbiamo chiesto alla Dott.ssa Vestilia De Luca, dell?Associasione AFORISMA che da circa dieci anni si occupa dello sviluppo di metodologie – come quella raccomandata dall?Unione Europea, l?E.A.S.W.,  che favoriscano la partecipazione dei cittadini alla progettazione consapevole e concreta  del  territorio in cui vivono e che sarà la coordinatrice tecnica del laboratorio, insieme con un gruppo di Facilitatori ed assistenti, in staff al coordinamento scientifico di ?COM.E.T.A.?
? I laboratori si simulazione per la progettazione partecipata consentono di progettare soluzioni per lo sviluppo sostenibile / durevole,  per il miglioramento dei servizi presso gli enti locali;  per la progettazione scolastica;  per una comunita` che voglia attivare un miglioramento “per grandi salti” e più in generale per il miglioramento della qualita` della vita? e continua affermando che ?? tale metodologia consente, in un tempo determinato, di costruire la vision di un territorio – da qui al 2020 – facendo emergere, attraverso il dialogo concertato, progetti reali, concreti e fattibili??
Scopo del laboratorio è dunque  la partecipazione attiva di tutti i rappresentanti delle comunità locali per la definizione del Piano d?Azione Locale (PAL): chi – fa cosa – con quali strumenti finanziari.
Questo II Forum sarà presieduto da Ignazio Lippolis, responsabile di GDM Land, il portale de La Gazzetta del Mezzogiorno, nonché fondatore e Direttore del trimestrale di ecologia ?Villaggio Globale?: egli avrà un ruolo importante di osservatore delle dinamiche del Forum ed elaborerà insieme al coordinamento, la bozza di documento finale in cui saranno contenute le Linee del Piano d?Azione della Comunità Montana.
Un ruolo altrettanto importante, per le tematiche legate all?informazione, la comunicazione e l?educazione ambientale è quello della Prof. Angela Danisi, docente di Educazione Ambientale presso il Corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria dell?Università di Bari componente del gruppo di interesse ?Informazione, Comunicazione?? anche in vista dello studio che realizzerà, in collaborazione con CSAM, sui rapporti tra agenda 21, formazione e partecipazione.
E?  prevista, per sabato 26 ottobre alle ore 17.30, la partecipazione alla lettura e discussione del documento elaborato da tutti i portatori di interesse della Comunità  dell?Europarlamentare Gianni Pittella e del Senatore Egidio Ponzo. Le linee del Piano d?Azione saranno adottate dal Consiglio dell?Ente Locale e costituiranno un utile strumento di programmazione per lo sviluppo socio-economico ambientale del territorio.

 

 

 

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?