Ritorna l’emergenza idrica nei paesi della Valle del Sinni. Mentre i Sindaci chiedono le autobotti, i cittadini dei Comuni colpiti avanzano proteste

CHIAROMONTE. Ritorna a far parlare di sé il problema dell?emergenza idrica. La paura che l?acqua possa innervosire quelle che sono considerate le popolazioni più calme della Lucania, comincia a dilagare tra politici e politicanti. Sulla questione sono intervenuti i sindaci di Chiaromonte e Francavilla sul Sinni, comuni maggiormente colpiti.
L?erogazione d?acqua, ridotta ormai ad un?ora al giorno circa, ha costretto gli amministratori locali a richiedere il soccorso dei un?autobotte deputata per il rifornimento dei depositi di enti ed esercizi pubblici, mentre per l?uso domestico ogni interessato dovrà recarsi a prelevare il prezioso liquido nella piazza principale.

Ma al punto in cui siamo viene da chiedersi: ?tutto ciò viene fatto per risolvere i problemi o per dire io qualche cosa l?ho fatta?? E?, ormai, da mesi che stampa e televisioni a livello territoriale e nazionale parlano di emergenza idrica, ma sono anni che il problema si ripete ciclicamente durante la stagione calda, anche se non in questa misura. I problemi che la crisi idrica determina sono di diversa natura ed entità, e coinvolgono sia la vita privata dei singoli cittadini che la vita economica.
Dalle note diffuse dall?Acquedotto pugliese e dalle amministrazioni comunali dei comuni interessati, giorni orsono, si evinceva che la crisi dell?acqua colpiva tutti quei comuni riforniti dal serbatoio collegato alle sorgenti Frido, Mancosa, Caramola.

A far sentire con maggiore impeto le proteste sono stati i cittadini dei comuni di Chiaromonte e Francavilla. Oggi, guarda caso, sono proprio i cittadini di questi due comuni a subire una così drastica limitazione dell?erogazione. Si è voluto forse punirli per avere elevato tante note di protesta? E? quanto le popolazioni si chiedono in questi giorni. La storiella messa in giro dell?annessione della sorgente S.Giovanni di Viggianello, si è rivelata, come era da prevedere, solo un tentativo per tener buone le masse. Come anche la diffusione della notizia che la sorgente del Frida sia completamente all?asciutto non viene, è il caso di dirlo, ?bevuta? dai cittadini.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?