Potenza: Riqualificazione attività commerciali e turististiche nel centro storico: di seguito il bando.

Le attività commerciali del Centro storico potranno presto migliorare il loro aspetto esteriore.
E’ in pubblicazione da oggi il bando per l’ottenimento di contributi per la riqualificazione delle attività commerciali e turistiche nel Centro Storico.
Il Centro storico del Comune di Potenza è stato  individuato, insieme ai Comuni di Matera, Maratea e Bernalda, dalla Regione Basilicata, quale ambito dotato di particolari emergenze storico-ambientali e come bacino di potenziale richiamo turistico.
La Regione Basilicata ha approvato due programmi attuativi ai sensi di delibere CIPE del 1996 e del 1998,il primo prevede un finanziamento pubblico di 700 milioni di lire ed una quota di cofinanziamento privato di 300 milioni di lire.

Questo il testo del bando  per l’ottenimento di contributi per la riqualificazione delle attività commerciali e turistiche nel Centro Storico.

Questi i soggetti beneficiari che possono  accedere  alle  agevolazioni di cui al presente bando:
a) imprese singole, commerciali e turistiche;
b) imprese singole commerciali e turistiche temporaneamente associate per la realizzazione di un progetto comune.

Sono ammissibili alle agevolazioni di cui al presente bando i nuovi interventi:
a) il ripristino delle facciate esterne, delle vetrine e delle insegne;
b) l’abbattimento delle barriere architettoniche ;
c) sistemazioni esterne con elementi di arredo e di tipo “dehors”.

Ogni impresa beneficiaria, singola o associata,  può ottenere un solo contributo, riguardante interventi relativi ad una unica unità. Le agevolazioni concedibili consistono in un contributo nella misura massima del 70% della spesa ritenuta ammissibile e comunque non superiore a € 5.164,57, calcolati al lordo di qualsiasi imposta diretta. Restano ferme le disposizioni comunitarie vigenti in materia “de minimis” che fissano il non superamento di 100.000 Euro nel triennio precedente.

Presentazione della domanda:
Le domande di contributo devono essere redatte in bollo e dovranno essere inviate all’U.D. “Centro Storico – Qualità Urbana”  entro e non oltre 60 giorni, dalla data di pubblicazione del bando pena l’esclusione, a mezzo posta raccomandata, e comunque dovranno pervenire non oltre 7 giorni dalla data di scadenza del bando. Sul plico chiuso sul quale dovrà essere apposta oltre all’indicazione del mittente, la dicitura: “Bando per l’ottenimento di contributi per la riqualificazione delle attività commerciali e turistiche nel centro storico”. L’inosservanza delle modalità d’inoltro che precedono determinerà la restituzione senza esito delle pratiche.

Alla domanda di contributo va allegata, a pena di esclusione, la seguente documentazione:
a) relazione  illustrativa dell’iniziativa;
b) documentazione tecnica  relativa all’iniziativa (preventivi, progetti, studi, elaborati grafici, contratti, computi metrici) a firma di un professionista abilitato;
c) dichiarazione attestante:
– la iscrizione al relativo Registro delle imprese C.C.I.A.A.;
– l’apertura della partita IVA per le imprese di nuova costituzione;
– la insussistenza, all’attualità, di procedure fallimentari;
– la disponibilità dell’unità oggetto dell’intervento;
– il rispetto dell’obbligo di non aver dato inizio all’attuazione del programma di investimenti in data antecedente a quella di presentazione della domanda di contributo;
– di non aver beneficiato, nei tre anni precedenti, di alcuna sovvenzione pubblica salvo il caso di detrazione degli utili reinvestiti, ovvero di eventuali contributi ai sensi della disciplina “de minimis”;
d) dichiarazione contenente l’impegno che le opere e le forniture oggetto di agevolazione saranno:
– utilizzati esclusivamente nell’unità beneficiaria dell’aiuto;
– mantenuti nell’unità locale del beneficiario per almeno cinque anni a far data dalla conclusione dell’investimento.
Le dichiarazioni suddette sono prodotte e sottoscritte dal legale rappresentante dell’impresa e, in caso di associazioni di imprese, dai rispettivi rappresentanti legali.

Valutazione e selezione delle domande
I criteri di attribuzione dei punteggi per la formulazione della graduatoria, espressi in centesimi sono i seguenti:
a) ubicazione degli interventi:
il punteggio, è attribuito da 5 a 20 punti, come segue
– piazza Pignatari (punti 20)
– piazza Sedile (punti 20)
– piazza Duca della Verdura (punti 20)
– zona di Porta S.Lucia  (punti 15)
– zona di Porta S. Giovanni (punti 15)
– zona di Porta Salza (punti 15)
– zona di porta S. Gerardo (punti 15)
– via Pretoria (punti 10)
– piazza M. Pagano (punti 10)
– altre zone e vie del Centro Storico (punti 5)

b) qualità progettuale:
il punteggio, è attribuito fino a un massimo di 40 punti  come segue
– idea progettuale (max punti  8)
– inserimento nel contesto (max punti  8)
– adozione materiali e tecniche tradizionali di recupero o restauro (max  punti  8)
– abbattimento barriere arch. (max punti 8)
– studio illuminotecnico (max punti 8)

c) associazione d’imprese:
il punteggio è attribuito fino a un massimo di 20 punti, come segue in relazione al numero di soggetti tra loro vicini, temporaneamente associati;

d) quota di cofinanziamento:
il punteggio è attribuito fino a un massimo di 20 punti, in misura pari ad ogni punto percentuale superiore al 30% della spesa ammissibile(in caso di domanda presentata da imprese associate tale quota dipende dalla media delle singole proposte)

Il richiedente potrà produrre ogni documentazione  ritenuta utile ai fini dell’attribuzione del punteggio. L’esame di ammissibilità e la valutazione di merito saranno espletati sulla base della sola documentazione presentata a corredo della domanda entro il temine ultimo di presentazione delle istanze. Nella formazione della graduatoria l’ordine è dato dal punteggio conseguito e dal numero cronologico di presentazione dell’istanza.

Informazioni sul procedimento:
Il procedimento istruttorio a cura dell’Unità di Direzione “Qualità Urbana – Centro Storico” teso alla selezione dei  progetti da ammettere a finanziamento è di 45 giorni (prorogabili una sola volta per ulteriori 15 giorni). Al termine dell’esame delle richieste sarà pubblicata e trasmessa alla Regione Basilicata la graduatoria predisposta in base ai punteggi ottenuti; la concessione dei contributi assegnati, fino alla concorrenza della somma stanziata pari a Euro 361.519,83 (£. 700.000.000) sarà adottata con apposita determinazione del Dirigente preposto e sarà notificata ai soggetti interessati entro i successivi 30 giorni.

L’impresa collocata nell’ultima posizione utile può essere agevolata parzialmente rispetto all’agevolazione teorica spettante, in base ai fondi residui disponibili. La graduatoria resterà aperta per l’eventuale scorrimento, seguendo rigorosamente l’ordine della stessa, qualora vengano acquisite ulteriori risorse o per effetto di economie di spesa e comunque non oltre la pubblicazione di un eventuale nuovo bando. Ogni impresa beneficiaria ha l’obbligo di iniziare il programma di investimento entro 30 giorni dalla notifica della determinazione di concessione e di concluderlo entro i successivi 90 giorni. Entrambi i tempi sono da intendersi perentori.

La trasmissione della documentazione finale di spesa dovrà avvenire entro 30 giorni dalla esecuzione dell’intervento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?