In occasione della presentazione del libro di poesie “Se il resto tace”, di Anna R. G. Rivelli, che si terrà lunedì 24 giugno, alle 18.30, presso il Teatro Francesco Stabile di Potenza, riportiamo di seguito la presentazione al volume, fatta da Francesco Saverio Lioi.

Dopo una prima, veloce lettura mi sono venute in mente le parole di un linguista francese, Antoine Meillet: “I poeti sono da un lato obbligati a conformarsi in una certa misura all’uso corrente per essere capiti, ma dall’altro lato devono scostarsene, perche la loro lingua si distingua da quella dell’uso corrente: essi si rivolgono a un pubblico preparato a comprendere questa lingua speciale, ma anche rassegnato ad ammirare ciò che non riesce a capire”

Il Meillet è uno storico della lingua greca e vuole delineare la lingua speciale della poesia greca. Noi possiamo fare la stessa osservazione sui testi della Rivelli, che certo non sono di facile intendimento. La poesia della Rivelli parte da lontano, essa
possiede una stratificazione culturale solida, ha come sottofondo la tecnica dell’arte allusiva che rimanda il lettore da un poeta all’altro, da Catullo ad Orazio, da Leopardi a Montale, agli ermetici. Cogliere questo filo di Arianna non è facile: solo un orecchio
affinato e un gusto poetico ipersensibile riescono a collegare ciò che lega i capi del filo; il poeta che è alla base e la trasformazione della Rivelli, la quale ha fatto sua l’immagine del poeta che fa da Ssottofondo, Così troviamo nell’immaginario poetico della Rivelli echi leopardiani, ungarettiani, montaliani, catulliani, oraziani.

La tecnica della poesia allusiva sottende una raffinata cltura letteraria, che produce una poesia dotta, per intenditori, che sanno cogliere i sottili passaggi dalla reminescenza dotta alla attualizzazione e personalizzazione dell’immagine poetica. Così la Rivelli con la sua poesia accresce la vitalità dell’immagine antica, perche in ogni epoca la poesia non può essere coeva e vera se non è contemporanea al sentimento di chi la scrive e la sente. Uno degli elementi di contemporaneità della poesia è senza dubbio il linguaggio, che è mezzo di espressione della vita realisticamente intesa. Nel nostro caso il linguaggio scarno, la parola essenziale sembra tanto svolgere una funzione apotropaica, vuole con esso l’autrice scacciare da se quel funestus veternu sempre alluso nella dicotomia luce-buio, che rappresenta la doppia faccia della realtà, come si può vedere in molti frammenti.

Spesso la poesia come quella della Rivelli non consuma nemmeno la lingua d’uso, ma è caratterizzata dallo straniamento della lingua rispetto alla norma d’uso, in quanto la straordinarietà rende la lingua poetica molto spesso criptica quasi che il poeta voglia tenere per se le intuizioni poetiche. Questo è dato da parole dotte e dall’uso di figure retoriche.

La poesia di Anna Rivelli non dà al linguaggio una forma diacronicamente elaborata, ma lo strania dalle sue proprietà semantiche. Tutti i testi della Rivelli sono una meditazione sulla vita, meditazione costituita da un discorso spezzato e interrotto, da un linguaggio tormentato ed impervio. In tutti i frammenti lirici vi è un espressionismo, una cifr-d stilistica che avvicina la poesia della Rivelli a tanta parte della poesia del ‘900.


All’incontro interverranno:
Santino Bonsera
, Presidente Circolo Culturale “Silvio Spaventa Filippi”, Francesco Saverio Lioi, Ordinario di Lettere nei Licei, Michele A. Via, Assessore alla Cultura della Provincia di Potenza, Giuseppe Messina, Assessore alla Cultura del Comune di Potenza e Gaetano Fierro, Sindaco di Potenza.

Letture delle poesie a cura di Pietro Basentini


Per volontà dell’autrice il ricavato della vendita del libro sarà devoluto all’Associazione “Stella del Mattino” di Potenza, che promuove la tutela e l’accoglienza dei minori in difficoltà o senza famiglia.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?