La storia di un’amicizia presto tramutata in tragedia, fra Angelo, giovane figlio di contadini di un paese della Lucania, immigrato a Torino per lavorare alla Fiat, e Nicola, ragazzo borghese di Torino, è uno degli intrecci sentimentali presenti nell’ultimo romanzo di Lidia Ravera, dal titolo “la festa è finita”, presentato oggi a Potenza da Bruno Gambarotta, all’interno della manifestazione “Bookmark – Future letture”.

La scrittrice ha parlato di “involuzione” a proposito della “omologazione dei gusti nella nostra società”, dove è sempre più difficile rapportarsi con serenità all’invecchiamento e agli imprevisti dei sentimenti, temi presenti nel suo romanzo. Alexandra è il personaggio più interessante del romanzo, a detta della Ravera. E’ una ragazza che aiuta gli anziani come volontaria, e lo fa con passione. A differenza di tutti gli altri personaggi, Alexandra non ama stare al centro dell’attenzione: ha una grande “capacità di astrarsi” e di fermarsi a riflettere. Incarna il valore della lentezza contro il turbine dei sentimenti e delle vicende che coinvolgono tutti gli altri personaggi.

Gambarotta ha fatto notare alla scrittrice che un giornalista della “Stampa” ha definito la sua opera “un romanzo a chiave”. Lidia Ravera non ha concordato con questa tesi, esprimendo idee personali sulla funzione della scrittura. “Il romanzo – ha detto la scrittrice – è una protesi psichiatrica per gente normale. Lo scrittore deve avere la capacità di guardare oltre, grazie ad un terzo occhio che gli permette di andare al fondo delle cose. Scrive chi si ribella all’incedere implacabile del tempo”.

La scrittrice ha sottolineato come il rapporto fra l’uomo e la morte sia percepito diversamente da uno scrittore. “Noi siamo solo dei consumatori – ha detto Lidia Ravera – che viviamo con l’ossessione del tempo che passa”.
Bisognerebbe, insomma, avere la capacità di Alexandra di fermarsi a riflettere e di contemplare il mondo.

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?