Non è possibile! L’ennesimo gesto di prepotenza, completamente arbitrario, nei confronti di onesti cittadini che non hanno commesso nessun misfatto, né tantomeno intendono commetterlo.

Il fatto è successo venerdì 22 marzo, di notte, sull’autostrada Salerno – Reggio Calabria ad una comitiva in pullman, che si stava recando a Roma per la manifestazione del giorno dopo. A causa dell’urgenza impellente di alcuni passeggeri ha fatto una sosta in un’area di servizio del salernitano.

Fin qui tutto normale, ma non appena i signori interessati dalle urgenze fisiologiche hanno cercato la toilette hanno trovato la porta chiusa!… Nonché chi voleva ristorarsi ha trovato sbarrata la porta del bar!…

La gente ha iniziato a protestare animosamente, gridando di aprire i bagni e il bar. Sollecitati anche dalla presenza di una volante della Polizia Stradale il malcontento è cresciuto sempre di più. La protesta civile è sfociata in uno sdegno generale di tutti i presenti, partecipato dagli stessi poliziotti e dal benzinaio, quando, all’improvviso, la folla accalcatasi davanti all’autogrill ha visto dietro una porta aperta un dipendente sostare sull’uscio.

Diventata una questione di principio i cori e le proteste si sono alzati alti nell’aria, mentre i poliziotti imbarazzati cercavano di chiamare al telefono “gli eremiti” all’interno del bar.

Dopo qualche istante, finalmente, un dipendente si è deciso ad affrontare la folla aprendo le porte. Così i componenti della comitiva hanno potuto – dopotutto – utilizzare i servizi.

Il fatto è grottesco e sa di assurdo, ma è realmente accaduto.

I presenti, commentando l’evento, non sapevano come reagire: indignarsi per aver pagato il pedaggio autostradale e non aver potuto usufruire immediatamente dei servizi? Oppure ridere della situazione paradossale creatasi per il timore ingiustificato che una comitiva di persone civili fosse in realtà un’orda barbarica di inaudita violenza?

Il fatto fa sorridere! Ma vi assicuro che coloro che avevano quell'”urgenza” non hanno riso tanto quella sera!…

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?