“Una folta delegazione lucana ha partecipato alla manifestazione tenutasi sabato 2 marzo 2002 in P.zza San Giovanni a Roma per rivendicare una politica più giusta, per non sentirsi isolati dal resto dell’Italia, per chiedere nuove opportunità, per confrontarsi con un centrosinistra disunito ed un centrodestra al potere che stenta. Non vuol essere una critica al Governo Berlusconi, ma un momento di crescita collettiva ed intensa. Ecco i pensieri e le riflessioni di uan rappresentante lucana” (Pi.D.)

Ora abbiamo ascoltato: oggi possiamo dirvi che abbiamo capito il messaggio”.
A queste parole pronunciate da Rutelli, piazza San Giovanni ha risposto con un sospiro di sollievo accompagnato dalla speranza che davvero il messaggio sia arrivato!

Dopo le polemiche delle scorse settimane, da Moretti all’appello dei professori di Firenze fino al Palavobis, sabato 2 marzo l’Ulivo è sceso in piazza a manifestare contro il governo Berlusconi. Una marea umana ha percorso le vie della capitale per far sentire forte e chiara la sua voce, quella di chi non vuole arrendersi nè al governo del Cavaliere, nè ai battibecchi sterili dei suoi dirigenti. Un tripudio di bandiere e striscioni; tanti gli slogan, primo fra tutti quello che si rifà alla famosa affermazione del procuratore generale di Milano Borrelli “Resistere, resistere, resistere“. Resistere contro un governo che cerca di dividere gli italiani, che guarda al’Europa con diffidenza e che vuole imbavagliare la magistratura mettendo in discussione la sua stessa autonomia.

C’era davvero tanta, tanta gente sabato a Roma, uomini, donne, pochi giovani, e tutta quella folla, ha chiesto ai dirigenti del centrosinistra di cominciare a fare seriamente opposizione, un’opposizione che sia credibile e che non si appiattisca su posizioni e propositi troppo spesso concilianti con quelli del centrodestra.
I discorsi di piazza San Giovanni hanno cercato di mitigare il clima di sfiducia che molti elettori hanno nei confronti dei dirigenti politici del centrosinistra, colpevoli di sordità e incapaci di autocritica, se non quando Moretti o i professori di Firenze hanno sollevato la questione e portato in piazza, senza mediazioni partitiche, tutti coloro che si oppongono al governo Berlusconi.
Io c’ero in piazza San Giovanni e malgrado la mia critica radicale al centrosinistra, ho voluto partecipare ugualmente a questa manifestazione di piazza, perchè credo che è in queste occasioni, al di là dell’entusiasmo del momento, che si percepisca il clima che aleggia tra la gente.
Ho sentito critiche dure ma ho percepito anche tanta voglia di unità, di andare avanti senza dimenticare il passato e gli errori, di una politica fatta per la gente e con la gente, non al chiuso dei palazzi di potere!
Migliaia di manifestanti hanno ascoltato con attenzione le parole dei loro leader: ora tocca a loro capire e lavorare seriamente per tutta quella gente, se davvero hanno capito il messaggio!

0 Comments

Leave a reply

associazione - progetto - collabora - identificati - note legali - privacy - contatti

Associazione Lucanianet.it c/o Broxlab Business Center | P.zza V. Emanuele II, 10 | 85100 Potenza tel.+39 0971.1931154 | fax +39 0971.37529 | Centralino Broxlab +39 0971.1930803 | ­www.lucanianet.it | info@lucanianet.it Testata Giornalistica registrata al tribunale di Potenza n° 302 del 19/12/2002 | ­C.F. 96037550769 Invia un tuo contributo tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN : IT 31 E 08784 04200 010000020080

Log in with your credentials

Forgot your details?